Juve, ostacoli Lazio e Porto per dare un senso alla stagione

di Mauro Bortone |

La vittoria contro lo Spezia, per quanto faticosa e complicata, ha comunque consegnato tre punti necessari a conservare fiducia nelle tappe di avvicinamento alla gara fondamentale della stagione, quella del ritorno contro il Porto in Champions. Allo stesso tempo, ha permesso di ritrovare qualche certezza: a partire da un Bernardeschi “sorprendente” finalmente sintonizzato sul pianeta Juve con una prestazione caratterizzata da due assist, passando per Morata, apparso sulla via della piena guarigione dai problemi.

Anche l’assist di Bentancur per il 3 a 0 di Ronaldo è sembrata un’altra iniezione di fiducia per un giocatore, l’uruguaiano, che soprattutto nelle ultime settimane sta soffrendo il ruolo e il lungo utilizzo, con errori anche dolorosi come quello nell’andata di Champions al Do Dragao.

I problemi della squadra, però, non sono evidentemente risolti e la partita di martedì non deve illudere più del dovuto: resta in questo momento il difetto di una rosa corta e, in generale, di una squadra che mostra limiti di carattere nella gestione delle partite. Contro la Lazio lo situazione di emergenza non dovrebbe prevedere sostanziali novità.

Tuttavia, superare l’ostacolo biancoceleste con una partita intelligente e sistemare le cose in Champions battendo il Porto potrebbero segnare l’inizio di una nuova storia, sia per l’importanza della posta in palio, sia per il fatto che pian piano l’infermeria potrebbe svuotarsi e consegnare a Pirlo e al suo staff alcuni giocatori freschi per il rush finale.