La Juve taglia, la borsa reagisce

di Juventibus |

Reagisce bene in Borsa il titolo Juventus a seguito dell’accordo tra società e giocatori sulla riduzione dei compensi per la stagione 2019/20, che di fatto azzera gli ingaggi per gli ultimi 4 mesi della stagione (marzo-giugno).

Il previsto risparmio, annunciato sabato, è di circa 90 milioni e fa volare le azioni del Club bianconero, tanto che all’inizio di seduta di ieri le contrattazioni sono state sospese per eccesso di rialzo; il titolo poi ha chiusa la seduta segnando il prezzo di chiusura di € 0,7758 (+5,07%). Anche oggi titolo positivo, con un’apertura a +2%, con prezzo che poi ha ripiegato pur rimanendo in territorio positivo.

Una reazione prevedibile, peraltro in un giorno di andamento negativo di tutti i listini europei.

L’accordo raggiunto con i calciatori ha colmato esattamente il gap che Banca Imi aveva identificato il 13 marzo nel suo report, dove indicava in 110 milioni i minori ricavi nel caso peggiore di non ripresa della stagione, con 20 milioni di minori costi operativi, cui ora si aggiungono questi ulteriori risparmi per 90 milioni.

La Juventus si è messa in questa condizione di sicurezza in attesa di comprendere se la stagione potrà riprendere: in tal caso, potranno ripartire alcune voci di ricavo e, come previsto dal comunicato della Società, anche gli accordi con i calciatori potranno prevedere maggiori ingaggi rispetto alla riduzione ottenuta.


JUVENTIBUS LIVE