Juve, i 5 giocatori da cui ripartire

di Giacomo Nannetti |

Come ogni fine stagione è tempo di programmare l’anno che verrà, e come di consueto in casa Juve gli intoccabili sono pochi. Oltre ad Allegri, anche alcuni giocatori di primaria importanza potrebbero lasciare la Vecchia Signora. Ma tralasciando tutte le questioni di mercato, sia in entrata che in uscita, quali sarebbero i 5 nomi da cui poter ripartire anche il prossimo anno per un’altra annata ricca di trionfi?

  1. Giorgio Chiellini: il capitano. È vero, non essendo più un giovincello, calcisticamente parlando, il King Kong bianconero è stato spesso costretto a rimanere ai box a causa di numerosi problemi fisici, ma quando è in campo le sue prestazioni sono sempre ben oltre la sufficienza. Non c’entrano le questioni sentimentali, il numero 3 juventino merita di stare ampiamente al centro del progetto tecnico della stagione prossima. Questi saranno i suoi ultimi anni in bianconero, ma essendo ancora un valore aggiunto, sia sul campo che fuori, è giusto ripartire in primis dal nostro condottiero
  2. Cristiano Ronaldo: il re. Non è roba da tutti i giorni quella di poter contare su un 5 volte pallone d’oro, e quindi nella Juve 2019-2020 ci deve essere, e sicuramente ci sarà, spazio per Sua Maestà CR7. In questa sua prima annata con la casacca della vecchia signora il portoghese ha portato a casa due trofei segnando però 28 reti complessive, un bottino un po’ troppo scarno per uno che da 10 anni non è mai sceso sotto i 33 gol. Tutto ciò però potrà essere un motivo in più per fare ancora meglio l’anno prossimo, e centrare magari anche quella Champions che lui già per ben 5 volte ha messo in bacheca. Non si può quindi non ripartire anche da mister 600 e più gol, che ai prossimi cancelletti di partenza sarà di nuovo affamato di vittoria come non mai
  3. Wojciech Szczesny: la sicurezza. Non era semplice, anzi le probabilità di successo erano assai basse, eppure il portiere polacco, grazie ad un’ottima annata, è riuscito nell’impresa di non far rimpiangere un mostro sacro del ruolo come Gigi Buffon. Classe 1990 l’estremo difensore ex Arsenal è adesso nel posto giusto al momento giusto, essendo in una società dalle grandissimi ambizioni, ed essendo lui stesso nel periodo di massimo splendore della sua carriera. Il portiere della Juventus della prossima stagione sarà ancora lui, e tutti i tifosi potranno stare sereni perché la porta bianconera, dopo l’era Buffon, è ancora in ottimi guanti.
  4. Emre Can: box to box. Terzo centrale, difensore in una linea a quattro, mezz’ala, mediano, terzino, no non sto sparando ruoli a caso, sto semplicemente elencando le posizioni ricoperte quest’anno dal giocatore ex Liverpool. Partito un po’ in sordina a causa di diversi guai fisici, nella seconda metà di stagione Emre si è imposto grazie alla sua duttilità abbinata ad una fisicità fuori dal comune. I suoi 25 anni lo rendono ancor di più un calciatore molto interessante e soprattutto fondamentale negli anni a venire per la causa bianconera. In quale posizione giocherà con il prossimo allenatore non si sa, ma ciò che invece è certo è che lui dovrà essere una colonna  portante dei bianconeri della prossima stagione.
  5. Bernardeschi: il diamante “grezzo”. Il 33 di Carrara, arrivato due stagioni fa dalla Fiorentina, quest’anno nei suoi picchi più alti ha saputo fare la differenza anche in partite tutt’altro che semplici:Juve – Atletico su tutte. Di contro però ha lasciato a desiderare in alcune gare apparentemente più alla portata. Sicuramente il talento toscano dovrà migliorare sotto tanti aspetti, però la stoffa non manca affatto, c’è soltanto bisogno di raffinare quello che ad oggi è ancora un diamante grezzo. In primis va fatto il salto di qualità in zona gol, visto che a Bernardeschi quest’anno sono mancate soprattutto le reti, avendo timbrato il cartellino soltanto in 3 occasioni. Anche lui come Emre Can è un classe ’94 e quindi con grandi prospettive davanti a sé. FB 33 è un patrimonio del calcio italiano e sopratutto della società bianconera, la quale dovrà e vorrà assolutamente ripartire dall’ex viola la prossima stagione, augurandosi che possa fare quell’ultimo passo per diventare un giocatore di livello top.

Oltre a questi 5 ce ne sarebbero anche altri di nomi molti utili alla causa bianconera che verrà, però questo quintetto, più degli altri, per i motivi sopraelencati, è quello dal quale non si può assolutamente prescindere per costruire un’altra annata vincente. E voi che ne pensate? Quali i vostri fantastici 5?


JUVENTIBUS LIVE