Juve, la grande freddezza su Hummels e Manolas

di Michael Crisci |

La Juve ha rotto gli indugi ed è pronta ad investire una grossa cifra per un top player della difesa. Paratici ci sta lavorando alacremente, considerando il restyling necessario per il reparto che più di tutti nell’ultimo decennio ha regalato soddisfazioni. Allegri ha ufficializzato l’addio al calcio giocato di Barzagli, Benatia ha levato le tende a gennaio, Caceres, che ha sostituito il marocchino, concluderà la sua terza avventura alla Juve a fine stagione. Restano Chiellini e Bonucci, pretoriani over 30, e Rugani fresco di rinnovo.

Troppo poco per un club con le ambizioni della Juventus. Ciò che offre il mercato non è molto, ed è molto costoso. Ma la qualità si paga. La Juve avrebbe volentieri riposto le proprie disponibilità su De Ligt dell’Ajax, ma l’olandese ha scelto di continuare la sua carriera in Catalogna, dove giocherà assieme al suo attuale compagno all’Ajax De Jong.

Due nomi sono spesso saltati agli onori delle cronache come obbiettivi sensibili della Juventus nel ruolo di difensore centrale; Mats Hummels e Kostas Manolas. La Juve appare molto fredda in entrambi i fronti:

Il tedesco, classe 88, è alla fine della sua avventura bavarese. Difensore moderno, dai piedi buoni, è in calando, ed è stato recentemente scaricato dal ct tedesco Loew. Molto probabile che, oltre all’età, pesi sulla sua candidatura l’idea che si tratti a tutti gli effetti di uno scarto del Bayern Monaco. Paratici ha intenzione di prendere un top, giovane, e soprattutto ambito.

Per quanto riguarda il greco, lo si conosce a menadito, nei suoi pregi e nei suoi difetti. In tempi non sospetti, sarebbe stato l’obbiettivo numero uno; classe 91′, relativamente giovane, avvezzo al campionato italiano, con clausola bassa (38 milioni), di proprietà di una società amica. In poche parole, un affare vecchio stile, sulla scia degli acquisti di Higuain e Pjanic nel 2016.

Evidentemente Fabio Paratici vuole battere strade differenti rispetto al passato, forse perchè l’attuale Juventus richiede qualcosa di diverso, il suo mercato risponde a logiche che differiscono da quelle del passato recente.

Volete qualche nome? sul neonato canale youtube di Juventibus, Juventibus live, Luca Momblano e Jacopo Azzolini ne suggeriscono qualcuno…ah, iscrivetevi, ovviamente!