Juve – Ferencvaros come tante altre prima in 9 anni: niente paura!

di Valerio Vitali |

Juve – Ferencvaros di Champions ci ha lasciato nella mente una squadra meno “evoluta” rispetto alle attese e rispetto a quanto pronosticato. I miglioramenti visti con il Cagliari non si sono ripetuti ma la sensazione è che da qui fino al rush finale di Natale, l’andamento resti pressoché ondivago. Da qui al prossimo mese serviranno i punti, per le prestazioni si potrà e si dovrà attendere.

Cio’ che è emerso in Juve – Ferencvaros si è già visto altre volte. Negli ultimi anni, soprattutto in Champions, quante volte ci siamo trovati a flagellarci per una “partitaccia”? Tante. Basti pensare ai match con l’Olympiacos (2014-15 e 2017-18), oppure con lo Sporting Lisbona (2017-18) e ancora contro Nordsjelland prima (2012-13) o con la Lokomotiv Mosca la passata stagione. In un precedente articolo abbiamo già analizzato l’andamento della Juventus contro compagini di terza o quarta fascia europea e, nella maggior parte dei casi, le prestazioni offerte non sono state di certo in linea con le attese del valore della rosa a disposizione.

Partite come quelle di ieri sera capitano a tutti. Vincere senza convincere. Pensiamo al Barcellona che ieri ha strapazzato la Dynamo Kiev. All’andata, al Camp Nou, quel 2-1 non ha convinto nessuno. Ucraini che molto immeritatamente sono tornati a casa senza punti. Ieri invece 4 gol e tutti a casa. Discorso simile per la Juve vista in Ungheria, che non pareva proprio aver sofferto. Di match di questo livello ci sarà da aspettarsene anche nel futuro prossimo, ma sarà importante riuscire a non mettere in atto prestazioni come nel primo tempo di ieri quando la posta in palio sarà ben più alta.

La Juventus è una squadra che per inerzia viaggerà in maniera discontinua da qui alla fine dell’anno solare. Lo impone la logica di un cambio di guida tecnica avvenuto in maniera alquanto anomala. Lo testimonia il fatto che Pirlo è stato l’unico allenatore subentrante rispetto ai suoi colleghi. Bisognerà abituarsi a questo “viaggio sulle montagne russe” a livello di giocate. Teniamoci stretti i 3 punti e una qualificazione ottima che permetterà di far rifiatare tutti.