Juve, casting quarta punta: più Pellè che Giroud

di Mauro Bortone |

Giroud il nome più appetibile del mercato invernale, Pellè e Pavoletti le possibilità più concrete per l’attacco della Juventus, con sullo sfondo il sogno, forse al momento irrealizzabile, di riportare a Torino Paul Pogba: parla della questione punte, del Polpo e delle uscite il giornalista di TeleLombardia, Luca Momblano, intervenuto nel consueto salotto di Casa Juventibus, condotto da Massimo Zampini.

POGBA. Per Momblano, Paratici nelle dichiarazioni pre-partita di Juventus-Udinese ha sostanzialmente fatto intuire che quando ci sarà una trattativa in uscita per il centrocampista francese, campione del mondo, la Juve ci sarà sicuramente. Al momento, i bianconeri non potrebbero riconoscere i 60-70 milioni cash che il Manchester chiede e si sta ragionando su altre possibilità.

“La notizia – dichiara – è che la Juve ha riattivato oggi gli uffici della propria sede operativa a Londra, aprendo di fatto il proprio mercato a livello internazionale”.

C’è il casting punte.

LLORENTE. “Non è una pista falsa, ma ha un grosso problema fisico, tanto che la Sampdoria che era interessata a lui si è tirata indietro. Sarebbe un giocatore che farebbe comodo a Morata per non fargli patire la sindrome della competizione, ma da quel che mi risulta è un nome da depennare”.

MANDŽUKIĆ. “Mi risulta che non si sia lasciato bene con la Juve e non mi risulta tra i papabili”.

GIROUD. “L’agente già a gennaio scorso aveva ottenuto la promessa del Chelsea di far uscire il giocatore. Lui ha dato la disponibilità incondizionata a trasferirsi in Italia, tanto da accettare le offerte di Lazio e Inter. Però le difficoltà in attacco del Chelsea bloccano tutto”

PELLÈ “Il giocatore, gestito dal figlio di Pantaleo Corvino, è stato proposto, e, a differenza di altri nomi (uno era Batshuayi) che si sono proposti, non è stato scartato da Paratici. Ci sarebbero stati almeno due incontri con l’agente, per tenere calda questa ipotesi. Lui è sul mercato a zero, potrebbe arrivare per sei mesi ed è un nome che, in questa prospettiva, è gradito sia a Pirlo che a Conte. Lui ha due offerte dall’Inghilterra ma aspetta, perché preferirebbe il rientro in Italia. Se la Juve lo vuole, lo prende più avanti. C’è l’idea di poter fare di meglio al momento”

PAVOLETTI: “C’è un accordo di prestito col Cagliari che spinge a chiudere subito. Vale quanto detto per Pellè”.

SCAMBIO BERNARDESCHI – DEPAY: Bernardeschi chiesto da Rudi Garcia, Depay è un nome su cui la Juve ha fatto sondaggio prepotente due settimane fa, ma a gennaio sarebbe stato la soluzione solo per un’eventuale e improbabile partenza di Dybala. Mi sento di escludere che sia il quarto attaccante di complemento, mentre lo spostamento di Bernardeschi non cambia nulla nell’assetto offensivo della Juve”.