Juve-Atletico: Tutti i numeri della rimonta!

di Michael Crisci |

Fare 3 gol. Possibilmente senza subirne. o farne 2 e giocarsi tutto ai supplementari. Contro i ragazzi di Simeone. Da lì non si scappa. E’ un tutto o niente, un gettare il cuore oltre all’ostacolo, un affidarsi ciecamente alle poche statistiche ben auguranti. La Juve allegriana non è avvezza alle goleade, e le gare casalinghe non fanno eccezione. Sono 3 le volte in cui, nell’era Allegri, la Juventus è uscita dalle mura di casa dopo aver messo a segno 3 reti:

 

4/11/2014 – Juventus-Olympiacos 3-2: La Juve arriva da due sconfitte esterne consecutive, al Calderon e al Pireo, e deve assolutamente vincere per continuare a rincorrere la qualificazione. Gara dalle mille emozioni che termina 3-2, con Allegri che per la prima volta sperimenta la difesa a 4:

 

11/4/2017 Juventus-Barcellona 3-0: impossibile dimenticarsi di quella serata, con Paulo Dybala e Giorgio Chiellini sugli scudi; partita che rappresenta, forse, a tutt’oggi, una delle migliori prove di squadra della gestione Allegri:

 

 

2/10/2018 Juventus-Young Boys 3-0: Il comodo 3-0 casalingo sugli svizzeri, in una delle uniche due gare stagionali in cui è mancata la presenza di Cristiano Ronaldo. Mattatore Paulo Dybala:

 

Solo in un caso, contro il Barcellona, si è trattato di una gara in fase a eliminazione diretta, e si giocava la gara d’andata. Da registrare poi, anche i 4 casi in cui la Juve ha vinto 2-0 (risultato utile per i supplementari): 2-0 col Malmo nel 14/15, 2-0 col Siviglia l’anno successivo, 2-0 con la Dinamo Zagabria nell’anno di Cardiff e 2-0 contro l’Olympiacos nella stagione scorsa. In tutti e 4 i casi però, le vittorie sono state conseguite ai gironi.

Nota a margine: nelle gare con 3 gol segnati, 5 gol su 9 sono stati segnati da Paulo Dybala, che probabilmente non partirà titolare…

 

Ma quante volte l’Atletico del Cholo ha subito 3 o più gol fuori casa?

Anche in questo caso la statistica è molto scarna, solamente 3 partite; la sconfitta per 3-2 al Pireo nel 14/15, quando Atletico e Juve giocavano nello stesso gruppo, il 3-0 patito al Bernabeu nel derby contro il Real nella semifinale d’andata 16/17, per mano di Cristiano Ronaldo:

Infine quest’anno, col sonante 4-0 rifilato ai colchoneros dal Borussia di Favre.

 

Ma la vera statistica sconvolgente è questa qui:

 

 

In tutte le competizioni, solo 11 volte con Simeone, l’Atletico Madrid ha subito almeno 3 reti in trasferta. Solo in 7 di questi 11 casi, il risultato è stato utile per passare il turno. 7 volte in 198 trasferte, significa il 3% di possibilità, statisticamente parlando, di passare il turno nella situazione attuale. 9 sono le volte in cui invece i madrileni hanno patito, sempre con Simeone in panchina, un 2-0 esterno. Quindi, sempre statisticamente parlando, le possibilità di andare ai supplementari sono del 3,5 %

 

C’è anche un precedente legato a CR7, e risale alla prima Champions vinta dal Real di Zidane; all’andata dei quarti, i blancos persero a Wolsburg per 2-0. Al ritorno, avvenne questo…

 

 

Insomma, numeri e statistiche che fanno capire quanto sia ardua e difficile l’impresa. Ma in fondo, se è capitato una volta, può capitare sempre. L’importante sarà spingere la squadra fino al 90esimo, o il 120esimo, o fino ai rigori. A noi spetta solo questo!