Juve 8.0 (quinta puntata): appunti sulla Juve dei Sogni

di Alexander Supertramp |

Proviamo qui ad immaginare ed a dare un volto alla cosiddetta “Juventus dei sogni”. Ossia quella che prenderebbe forma se anche tutte le ulteriori e numerose voci di mercato di questi ultimi giorni, dobbiamo dire anche abbastanza surreali, prendessero invece incredibilmente sostanza.

I due terzini sarebbero Cancelo-Marcelo… che già per la fonetica del loro nome aprono sogni e corsie celesti nel mondo bianconero. Dovrebbero essere loro, come vedremo, a garantire innanzitutto ampiezza e profondità al gioco laterale, vista la maggiore correlazione centrale che si andrebbe a formare dalla mediana in avanti. Coppia di centrali difensivi: Godin-Chiellini. Un misto di forza, esperienza e carisma, che forse nessuna squadra al mondo potrebbe vantare. Manca un po’ di fosforo e velluto per l’uscita e l’impostazione? Poco male. Davanti alla difesa piazziamo il cervello ed il tocco di Pjanic. Ai suoi lati due autentici propulsori. Emre Can a destra, Paul Pogba a sinistra. Un centrocampo completo di forza, geometrie, strappi e qualità. E da non sottovalutare anche la fase di interdizione. Con due box to box players, come il francese ed il tedesco. Ad Allegri il compito di bilanciarne uscite e rientri, con un occhio di riguardo alle coperture ed ai raddoppi laterali, vista la non massima attitudine difensiva sui terzini. Per il francese potrebbe essere previsto inoltre un avanzamento soprattutto per vie centrali, vista la presenza di Douglas Costa, al tedesco anche il compito invece di ampiezza a dx.

 

 

Davanti a loro piazziamo il duo fantasia: Douglas Costa-Dybala. Un cocktail di classe, velocità, dribbling ed inventiva difficilmente eguagliabile. A questi due dovrebbe essere anche affidato il ruolo di cucitura. Per permettere gli inserimenti degli interni, e per duettare anche abbassandosi, con i due terzini. All’Argentino il compito di maggiore ingresso nei 16 metri, al brasiliano quello di allargarsi, formando il binario laterale verdeoro con Marcelo. Come stoccatore ovviamente ci sarebbe lui. Il 5 volte pallone d’oro. Vederlo dialogare con il duo sudamericano alle sue spalle potrebbe formare un trio devastante, con compiti alternati di rientro, rifinitura e finalizzazione. Un Ronaldo che in diversi momenti della partita potrebbe anche agire da falso nove. Permettendo le entrate di Dybala e Douglas o le propulsioni centrali delle due mezzali.

Una squadra completa e quasi perfetta in ogni zona del campo. Una Juventus da sogno.