Juve-Allianz fino al 2030; ricavi da sponsor stabilmente oltre 100 milioni

di Leonardo Dorini |

E’ ancora una volta una notizia di carattere finanziario a far parlare di Juventus: il Club bianconero ha infatti annunciato il rafforzamento della partnership con il colosso assicurativo Allianz, che aveva già acquisito da Sportfive (che a sua volta li aveva in precedenza acquisiti dalla Juventus) i diritti di naming dello Juventus Stadium.

Il nuovo accordo durerà fino al 2030 e riconosce alla Società di via Druento l’importo complessivo di 103,1  milioni aggiuntivi rispetto a quelli già contrattualizzati (pari a circa 3 milioni); ciò a fronte della concessione di tre tipi di diritti: in primis, Allianz si assicura i naming rights dello stadio fino al 2030, prolungando l’attuale accordo che sarebbe scaduto nel 2023; inoltre, acquisisce il diritto di apparire sui training kit, cioè le maglie da allenamento che la squadra indosserà sempre, a partire dalla partita di Coppa Italia con il Milan, durante il riscaldamento (oltre che ovviamente nelle sedute di allenamento); ed infine, Allianz si è assicurata alcuni diritti relativi alla sponsorizzazione del settore femminile.

Con questo passo va completandosi ed arricchendosi ulteriormente il novero delle partnership dei bianconeri: dopo il rinnovo con adidas, che ha assicurato al Club un contratto fino al 2027 per 51 milioni annui, e l’accordo con Jeep (attutalmente collocato a 42 milioni) ecco che arrivano questi (circa) 10 milioni annui, che proiettano i ricavi complessivi oltre i 100 milioni annui solo per queste tre voci, senza contare altre sponsorizzazioni minori o eventuali bonus.

Peraltro, i Ricavi dell’area Sponsorizzazioni hanno già sfondato quota 100 milioni nel bilancio approvato al 30/6/2019, con una cifra pari a poco più di 108 milioni, in crescita dai circa 86 dell’anno precedente, anche se caratterizzati dalla presenza di una cifra una tantum di 15 milioni da adidas.

E non dovrebbe essere finita qui, perché la Juventus deve ancora collocare lo spazio nel retro della maglia (dove appariva CyGames fino a due stagioni fa) e eventualmente sulla manica, temi sui quali immaginiamo il team di Giorgio Ricci sia all’opera.

Prosegue senza sosta quindi il grande lavoro del Marketing Juventus su questa area importantissima di ricavi caratteristici per un club calcistico: citiamo solo il fatto che nel bilancio 2014/15, meno di 5 anni fa, i ricavi relativi alle sponsorizzazioni erano esattamente la metà di quelli al 30 giugno 19, cioè poco meno di 54 milioni, con una proiezione 2020 che dovrebbe collocarsi, come detto, almeno al livello dello scorso anno (108 milioni).

Gli investimenti di questi annni, in primis su CR7, ed i risultati sportivi danno quindi importanti e tangibili risultati sulle proiezioni di fatturato della Juventus: buone notizie quindi, in attesa dei responsi della stagione sul campo.