Juve forza 4! Pirlo: “Morata out con il Milan. Giroud ci servirebbe…”

di Riccardo Sgroi |

Ciao Udinese! Secco 4-1 e la Signora risponde alle milanesi. Dopo la Fiorentina, iniziare il mese delle verità con una convincente vittoria era imperativo. Che ci dici oggi, Mister Pirlo?

“Non è stata la miglior Juventus. Dopo la brutta sconfitta con la Fiorentina, abbiamo iniziato timorosi. Gli attaccanti dell’Udinese erano molto veloci e non potevamo perdere palla in uscita. Poi siamo cresciuti e nel secondo tempo abbiamo fatto meglio” – Abbiamo vinto 4-1, riscattando anche parte della fortuna mancata con la Fiorentina. L’Udinese prende due traverse e gli annullano una rete per tocco di mano, ma riesce comunque a segnare il goal della bandiera. Con Szczesny al fantacalcio, speravo in un epilogo migliore. Ciò detto, arrivare a Milano con questi 3 punti era fondamentale!

“Noi abbiamo bisogno di Dybala, lui ha bisogno di noi. Ha lavorato bene in settimana e si vede che sta meglio. Volevamo che facesse questo goal, se l’è meritato e siamo riusciti ad abbracciarlo tutti” – Paulo torna al goal in casa dopo 6 lunghi mesi. Il problema è solamente il ritardo di condizione? Difficile a dirsi, certo è che tutti i tifosi vorrebbero leggere nella sua testa. La Joya ci serve: speriamo sia la rete della svolta.

“Quando difendiamo, Chiesa deve stare più dentro il campo. Per questo, una volta recuperata la sfera si trova spesso accentrato e pronto ribaltare il fronte. Quando Paulo viene incontro, si aprono spazi per Federico o per un altro centrocampista” – Fede sta diventando un giocatore veramente importante. Oltre a mostrare una buona mentalità, da equilibrio e profondità alla squadra, segnando anche goal importanti. Finora, una gran bella intuizione di Paratici.

“Non mi ha soddisfatto l’inizio perché eravamo timorosi, con i difensori lasciando troppo campo e uscivamo in ritardo sugli esterni. Però abbiamo pazientato, volevamo vincere la partita e siamo stati bravi con le marcature preventive” – Il primo tempo non è stato sfavillante, ma neanche disastroso. Concediamo sempre molto difensivamente, anche a squadre non particolarmente in palla. Tuttavia, i buoni risultati non vengono mai per caso, ma sono frutto del sudore dei ragazzi e della voglia messa in campo. Ovvio che ci sia da crescere, ma questi 3 punti sono una conquista fondamentale della squadra.

“Ramsey, quando sta bene, è un giocatore importante. Sa posizionarsi in tutte le zone del campo, è intelligente. Deve però riposare a causa di tutti gli acciacchi avuti negli anni” – Aaron è un giocatore importante e sta finalmente trovando una sua dimensione bianconera. Gli manca il goal (nonostante alcune buone occasioni e la rete annullata di stasera) e qualche tocco in meno in fase di rifinitura.

“Morata è da valutare giorno per giorno. Non credo sarà disponibile per il Milan” –  Incrociamo le dita. Sarebbe una grave perdita per mercoledì.

“C’è stato un discorso tra me e la squadra per capire il momento. E’ un momento delicato: dobbiamo avere fiducia in quello che facciamo e determinazione” – Dopo l’anno scorso, abbiamo capito l’importanza assoluta del rapporto tra tecnico e squadra. Pirlo ha la fiducia dello spogliatoio, tutti lo stimano e lo seguono. Ora, però, bisogna mandare un segnale concreto: noi siamo ancora vivi!

“Con la società abbiamo parlato di cosa fare sul mercato. Un giocatore che dia il cambio ai nostri attaccanti ci serve. Giroud ci servirebbe, ma Fabio [Paratic] è più informato di me.” – Mmmmm: non è il francese più desiderato sotto la Mole, ma Giroud sarebbe un grande acquisto. Bisogna chiedere a super Momblano che cosa bolle in pentola!

“Ero andato l’anno scorso a vedere alcuni allenamenti a Milanello. Stimo molto Pioli e il suo lavoro. Non mi sorprendono i risultati dei rossoneri” – La stima di Pirlo nei confronti di Stefano Pioli è ben nota agli esperti tattici. Nella sua tesina, il Mister parla più volte di profondità corta ed altri concetti cari al tecnico rossonero. Speriamo che questo possa darci un vantaggio in vista di mercoledì.