Juve 19/20: Una stagione ricca di competitor

di Francesco Cionfoli |

Tra poco si alzerà di nuovo il sipario e inizierà una nuova stagione calcistica, la più avvincente ed equilibrata degli ultimi anni a quanto pare. La Juventus rimane sicuramente la squadra da battere, un team vincente da anni in Italia che si rafforza di anno in anno, ma che dovrà far prima rodaggio dei nuovi meccanismi importati da un allenatore completamente differente dal precedente.

I bianconeri avranno in primis un avversario agguerrito,  a digiuno da anni e con un allenatore tra i più affamati e affermati che noi juventini ben conosciamo: Antonio Conte. È lui il vero acquisto della nuova inter, un allenatore capace di portare al massimo ogni giocatore del pianeta e di conseguenza l’intera squadra che finisce la stagione al di sopra di ogni aspettativa iniziale. Mercato giocatori a parte, l’Inter diventerà un osso duro solamente per questa nuova scelta sulla guida tecnica, che credo si concentrerà a pieno sul campionato, approfittando magari di una Juve più focalizzata sull’obiettivo europeo. Nella prossima stagione forse potrà essere per la prima volta la vera “antijuve”, non quella ironica degli ultimi tempi.

Inevitabile anche considerare il Napoli, la squadra che più ci ha marcato stretta nel corso del filotto. Se, e sottolineo se, il presidente De Laurentiis investirà sul mercato, con innesti all’altezza, gli azzurri, guidati da uno stratega della panchina come Ancelotti, potrebbero rientrare nella corsa scudetto. Tutto ovviamente dipenderà dalla Juventus, una squadra troppo superiore tecnicamente, individualmente e abituata a vincere; tutto dipenderà dal rodaggio di un impianto nuovo che si spera diventi tanto vincente quanto poetico per gli occhi dei suoi supporters.

In Europa è tutta un’altra storia, la solita storia imprevedibile, ricca di emozioni e colpi di scena clamorosi. Un’estate calda per le due big spagnole che vogliono tornare in fretta al vertice dell’Europa; impossibile non considerare tra le favorite il Real Madrid di Zidane e dei troppi milioni spesi già sul mercato; impossibile non dire lo stesso del Barcellona che con De Jong e Griezmann diventa una squadra di superuomini.

E poi il Liverpool, il City di Guardiola, il PSG che continuerà a spendere come sempre sperando nell’anno giusto.

E poi, poi…la Juventus, non di certo ultima tra le sopracitate per il valore dei suoi. C’è infatti ancora un quasi 35enne,  al suo secondo e, forse, ultimo anno al top in bianconero, che non è abituato a veder trionfare gli altri nella sua competizione. L’uomo dei mille record che non si stanca di farne altri e scrivere il suo nome nella storia del calcio, vuole incidere e lasciare un grosso segno a Torino, un segno e un sogno che al prossimo risveglio possa mutare nella realtà più bella.


JUVENTIBUS LIVE