Juan Cuadrado, nuova vita e scudetto da protagonista

di Manuel Panza |

cuadrado

Sembrava ormai un giocatore a fine carriera o comunque poco utile alla causa bianconera, con Bernardeschi e Douglas Costa probabilmente davanti nelle gerarchie. Questa stagione, invece, ha rappresentato l’inizio della nuova vita di Juan Cuadrado.

Il colombiano aveva quasi sempre giocato come esterno offensivo nella Juventus, tant’è che tutt’ora risulta attaccante nella consueta lista dei convocati pre-partita. Allegri lo aveva provato in poche occasioni come terzino ma in questa stagione è arrivata la sua definitiva consacrazione in quel ruolo.

“Panita” ha dimostrato di essere l’arma in più di Maurizio Sarri in un periodo storico in cui non c’è molta fortuna con gli esterni bassi. Poche sbavature in difesa e a volte anche buone trame di gioco offensive in contropiede.

Due gol all’attivo e tre assist in questo campionato, oltre a tante prestazioni super a prescindere dagli avversari. Il suo grande supporto, infatti, è stato fondamentale anche nelle gare complicate dove di fronte c’erano giocatori di qualità e quindi più difficili da marcare.

L’adattamento è stato più semplice del previsto anche perché Cuadrado nasce come terzino e successivamente si sposta in avanti. Il ritorno nella zona difensiva ha svoltato sia la situazione della Juventus che la sua carriera: un anno fa solo 23 presenze in stagione mentre ora è già a quota 44, con un nuovo scudetto da protagonista nel palmarès.

All’età di 32 anni Cuadrado si appresta ad essere uno dei punti fermi anche per la prossima annata.


JUVENTIBUS LIVE