Jorginho nella mente di Sarri

di Roberto Nizzotti |

Che i destini di Miralem Pjanic e la Juventus nel prossimo mercato prenderanno strade diverse sembra ormai assodato, e in questi ultimi giorni il nome del bosniaco è stato inserito in svariate trattative, quella più calda sicuramente con il Barcellona che dovrebbe prevedere uno scambio con Arthur.

L’ultimo club con il quale la Juve avrebbe intavolato una trattativa inserendo Pjanic come pedina di scambio sarebbe il Chelsea, e il giocatore che dovrebbe prendere la strada di Torino dovrebbe essere quel Jorginho che Maurizio Sarri ha avuto e allenato, con successo, soprattutto a Napoli.

Ora, il nome dell’italo-brasiliano fa storcere il naso a molti tifosi, sicuramente non ha l’appeal dei vari Pogba, Aouar o Van De Beek (che comunque hanno ruoli diversi) ma le sue qualità potrebbero renderlo adatto a ricoprire il ruolo di mediano della prossima Juve.

Dico questo semplicemente per il fatto che Jorginho, così come Pjanic, è dotato non solo di tecnica, ma di quei tempi di gioco che il nostro centrocampo dovrà ritrovare dopo la separazione da Miralem.

Jorginho, nelle sue quasi due stagioni al Chelsea, ha confermato la sua qualità nella gestione della palla, nel palleggio in uscita anche in un contesto meno mnemonico rispetto a quello che era il Napoli di Sarri, mostrando quindi capacità di adattamento ad altre realtà calcistiche e tattiche senza perdere in efficacia, soprattutto nei tempi delle giocate.

Avere un giocatore che è in grado di leggere il gioco, la situazione e saper scegliere, con estrema rapidità, la miglior soluzione per creare pericolosità, è nel calcio di oggi sempre più importante e Jorginho possiede questa dote.

In queste gif si può notare come Jorginho si sappia posizionare bene per la ricezione della palla e come muova la testa e lo sguardo in modo tale da poter velocizzare i tempi del passaggio una volta ricevuta la palla.

 

 


Inoltre il suo contributo si fa sentire anche nella fase di non possesso durante la quale riesce ad essere partecipe aiutando considerevolmente la squadra nel recupero palla e nel dar vita, rapidamente, alla transizione positiva, caratteristica importantissima.

 

Da whoscored.com

 

Dopo 5 stagioni la Juve sembra aver deciso salutare Miralem, e tra i nomi che sta valuta per sostituirlo è giusto ci sia anche quello di Jorginho.


JUVENTIBUS LIVE