Jeremie Boga, più un’occasione che un azzardo

di Milena Trecarichi |

Jeremie Boga è uno dei gioiellini più ambiti della Serie A. Lo sa benissimo il Sassuolo, che in questi giorni ha raggiunto un accordo col Chelsea, per eliminare la recompra, fissata inizialmente ad 8 milioni di euro, dietro pagamento di una cifra leggermente più alta, diventando il detentore del cartellino del calciatore. L’esterno classe ’97 ha fin qui disputato, tra le fila neroverdi, un’ottima stagione, siglando 8 gol (alcuni di pregevole fattura) e fornendo 4 assist; un bottino già molto positivo, che potrà aumentare alla ripresa del campionato.

Le sue migliori caratteristiche sono la velocità e il dribbling, ma sotto la guida di De Zerbi, l’ivoriano è cresciuto anche tatticamente, soprattutto nella visione di gioco e nella qualità dell’ultimo passaggio. Mezza Serie A spera di potersi assicurare il talentino neroverde, Napoli su tutti, ma nelle ultime ore secondo SkySport, anche la Juventus pare aver fatto un sondaggio, magari in previsione di una probabile cessione di Douglas Costa.

Boga rappresenta il profilo ideale per sostituire il brasiliano nel ruolo di “spaccapartite”, inoltre l’età e l’ingaggio rientrerebbero perfettamente nella politica di ringiovanimento e di Salary Cup, che la Juventus vorrebbe intraprendere. Il club bianconero vanta inoltre un ottimo rapporto col Sassuolo, come dimostrato dai tanti affari portati a termine in questi anni, motivo per cui trovare un accordo, nel caso, non sarebbe così difficile.

La Juventus, vista la situazione legata al coronavirus, ha il dovere di provare a rastrellare il mercato italiano, assicurandosi i migliori talenti del nostro campionato, e Boga è certamente uno di questi. L’impressione è che il club che riuscirà ad acquistare il calciatore, farà non soltanto la propria fortuna, ma anche quella del Sassuolo, il quale non farà alcuno sconto.