Il dolce dèjà vu firmato Gonzalo Higuain

di Riceviamo e Pubblichiamo |

Di Emanuele Psemas

“Dybala…il traversone in mezzo attenzione colpo di testa E LA RETE! HIGUAIN! HIGUAIN! HIGUAIN! LA JUVENTUS È IN VANTAGGIO! GONZALO HIGUAIN! 3-2!!”

Così Enrico Zambruno apostrofò il celebre gol di Gonzalo Higuain nei minuti finali di quell’Inter-Juve del 28 Aprile 2018. Tutti noi Juventini, ancora oggi, ci ricordiamo quel momento e quante volte abbiamo urlato il nome di Gonzalo al cielo. Un ricordo bello, quasi perfetto quello dell’ultimo gol di Higuain in quella stagione. E di certo dopo aver vinto lo scudetto più sofferto degli ultimi anni, alcuni di noi si saranno messi a pensare alla stagione successiva e alle ambizioni calcistiche di Gonzalo con la nostra maglia.

Tali pensieri però sono stati cancellati il 2 Agosto dello stesso anno, quando quasi a sorpresa viene ceduto al Milan in prestito. Volto scuro, un numero modesto di gol e pochissimi sorrisi accompagnano il suo autunno all’ombra di Milanello.

“È bollito!” “Ormai un ex calciatore, guardatelo è pure ingrassato! “Peggior affare degli ultimi anni!”

Ormai queste erano le critiche giornaliere per Gonzalo, il quale nell’indifferenza viene ceduto in prestito a Gennaio al Chelsea del “suo” Maurizio Sarri, lo stesso Sarri, che 3 anni prima gli aveva fatto fare la miglior stagione della sua carriera.

Tuttavia qualcosa non funziona in Higuain, prestazioni buone alternate ad altre impalpabili e la panchina fissa nel momento più importante della stagione in favore di Olivier Giroud, non proprio il Trezeguet dei tempi d’oro. La stagione si conclude con una vittoria europea sì, ma non da protagonista per il Pipita. Poeticamente, mi piace pensare che la scorsa stagione passata insofferente anche nelle vittorie sia stata causata dalla lontananza dai nostri colori, colori per i quali Gonzalo ha subito mostrato un attaccamento e un amore che non vedevo da molto tempo.

Purtroppo però la sua seconda avventura in bianconero rischiava di terminare ancor prima di iniziare, il nome di Higuain risultava nella lista dei partenti, ingaggio troppo alto e poche certezze sul suo rendimento. Certezze che Gonzalo (a differenza di altri) ha saputo dimostrare durante la preparazione estiva. Il suo impegno e la sua voglia di Juve hanno regalato all’Argentino una seconda occasione con i nostri colori addosso.

Pronti e via, subito il primo gol contro il Napoli lo riavvicina parecchio a buona parte del popolo bianconero, anche alcuni di coloro che fino al mese prima lo avevano bollato come “finito”. La sua imprescindibilità negli schemi offensivi di Sarri serve a fargli guadagnare il posto fisso nei titolari e le sue buone prestazioni lo rendono un punto fisso di questa prima parte di stagione.

Tuttavia al nostro Gonzalo mancava ancora qualcosa, mancava il tocco decisivo del quale ci eravamo tanto innamorati dal 2016 al 2018. E il tutto come nei migliori film di Hollywood, accade proprio nel teatro della sua ultima (e forse più emozionante) rete in bianconero prima dei vari prestiti. Ed è proprio in quella stessa porta che al minuto 79 Gonzalo decide di regalare a tutti noi tifosi un gol “alla Higuain”

“Verticalizzazione per Cristiano Ronaldo con la punta del piede, attenzione va la Juventus Higuain, Higuain, HIGUAIN! GONZALO HIGUAIN! LA JUVENTUS È IN VANTAGGIO CON IL GOL DEL PIPITA!”

La sua corsa a braccia aperte verso la bandierina va a richiamare dolci ricordi che forse pensavamo di non rivivere più. Il suo sguardo impazzito per la felicità ci mostra quanto per lui tutto ciò fosse importante.
Grazie Gonzalo, grazie per non averci mai smesso di credere.


JUVENTIBUS LIVE