Il calcio di Allegri: dribbla, tira e difendi con la testa

di Giacomo Scutiero |

La classifica parla chiaro, le statistiche, anche quelle non avanzate, servono a fornire una prima fotografia per presentare l’identità di qualsiasi squadra. Da Conte ad Allegri, il 2015 è stato l’anno dell’avvenuta e definitiva transizione: questi dati ne forniscono una prova.

La JUVE in Serie A è: prima per dribbling (13.6), seconda per tiri/90′ (16.4) e pass accuracy (85.5%), terza per gol subìti (14), quarta per gol fatti (28) e possesso palla (55%), diciottesima per tackle/90’ (15.9).

Più dribbling, meno contrasti. Cambio di filosofia avvenuto.