I più cattivi d'Europa, e del Mondo.

di Sandro Scarpa |

Quando Hernanes perde palla al 51° di una gara raddrizzata dopo un avvio horror, tutti abbiamo pensato che quell’errore era più innocuo dei due assist regalati a Napoli da play. E invece, il Profeta, animato dalla garra uruguagia che pervade i brasiliani sotto pressione, ha pensato di recuperare con un prodigioso salto a piedi uniti. Fregandoci tutti, è riuscito ad essere dannoso anche da trequarti.

Il rosso per l’intervento su Dominguez, difensore graziato all’andata, è il 21° della Juve in Champions League/Coppa Campioni. La Gazzetta dello Sport ha scovato il dato rilanciandolo (su quotidiano, sito e TV) la succulenta notizia: la Juve è la più cattiva d’Europa! 21 rossi. 21 juventini brutti, sporchi e cattivi. Ennesimo record negativo, oltre al celebre primato delle 6 finali perse.

A quel punto i milioni di supporters del club con più tifosi in Italia, l’AntiJuve FC, ha fatto il classico 1+1=3: la Juve è la più cattiva in Europa, dove – guarda un po’– non ci sono arbitri nostrani, quelli corrotti, manovrati, sputtanati da Biscardi, condizionati o chiusi negli spogliatoi. Finalmente la gioia di un dato che confermava decenni di sospetti e sentenze che inchiodano la Juve (e assolvono gli stessi arbitri, ma questa è un’altra storia). E tutto a pochi giorni da una data storica, l’espulsione di Chiellini, attesa da 7 anni in A e celebrata con fuochi d’artificio, gaudio degli amanti del “Eh ma, Chiellini?” e del parentado di Gervasoni, nuovo eroe di stagione. (Chiellini 0 espulsioni in 120 gare tra Under e Nazionale, ma anche questa è un’altra storia).

Ma, attenzione. Non eravamo rimasti alla Juve Spectre che aveva ampliato i confini delle ruberie in Europa? Platini, il sommo juventino corrotto, non aveva forse riscaldato la pallina del Monaco al sorteggio e fatto fuori il Napoli per favorire il Dnipro? E i furti con lo stesso Monaco? Insomma, c’è confusione tra i tifosi dell’AntiJuve FC, proviamo a fare chiarezza.

Ecco la tabellina che i topi d’archivio della Gazzetta hanno “interpretato” a modo loro

i più cattivi 1

Tre elementi per comprendere il dato:

  1. La Juve ha un elevato numero di rossi in assoluto, ma un numero di gare altrettanto elevato.
  2. 10 dei 21 rossi si concentrano in 2 infauste stagioni di Champions (2000/01 e 2005/6).
  3. Gli interisti in Champions menano come fabbri.

Sul 1° punto: la Juve, tra altri record europei, ha il maggior numero di gare consecutive giocate in CL, grazie a 3 finali e successiva semifinale tra ‘95 e ‘99. Il record di 3 finali di fila nell’era moderna è condiviso solo col Milan (già: Ferguson, Messi, Ronaldo e Bayern non ci sono mai riusciti..), ma la Juve è unica ad avere 4 finali di Coppe Europee di fila, con la finale UEFA del ’94. Molti di noi hanno incise nella mente quelle 3 finali: la prima vinta con l’Ajax ai rigori, la seconda persa da favoriti contro il Dortmund degli ex Sousa, Kholer, Reuter e Moller, infine il KO col Real con gol di Mijatovic in offside. La semifinale seguente la perdemmo col Man. United, gol di Giggs al 92° che pareggiò quello di Conte, e ritorno shock a Torino, con la Juve avanti 2-0 al 10’ e rimonta del Manchester che, ovviamente, vinse poi la finale.

Sul 2° punto: Qualcuno ricorderà quelle due incredibili stagioni di CL. Nel 2000-2001 la Juve rimediò 5 rossi nelle 6 gare del girone, finendo ultima. Due i rossi di fila a Zidane (che l’avrebbe alzata col Real l’anno seguente), poi Davids, Van Der Saar (anche lui bicampione con Ajax e Man U.) e Kovacevic. Il mister era Ancelotti, non certo famoso per il gioco duro, piuttosto per le 3 CL vinte. Nel 2005-06 quattro rossi arrivarono al 90° (Vieira a Bruges, Ibra col Bayern, Camoranesi e Zebina nel giro di 2’ a fine gara con l’Arsenal e Nedved al ritorno al 77°).

Nelle altre 14 partecipazioni – 5 delle quali con la Juve arrivata fino in fondo – solo 11 rossi, in linea con le squadre più corrette d’Europa. Anzi, a dirla tutta con una media gare/rossi da primato del fair play.

Arriviamo al 3° punto: facciamo la semplice media di rossi rimediati in proporzione alle gare disputate tra le 6 squadre più cattive in assoluto.

i più cattivi 2

L’Internazionale FC becca un rosso ogni 6 gare, prima del lotto, davanti a Galatasaray e Juve.

In effetti proprio dopo un rosso ad Hernanes, sarebbe stato arduo titolare: Inter la più cattiva d’Europa! Primo perché non conferma alcun retropensiero, secondo perché nell’immaginario collettivo onestà e cattiveria non collimano e terzo perché, insomma, quanti anni sono che l’Inter non è in Champions? Dai su, sarebbe stato un dato molto poco credibile ed attuale.

Concludo con un titolone che suggerisco alla Gazzetta: il Brasile è la più cattiva dei mondiali (già: 11 rossi, davanti all’Argentina: 10). Forse perché è quella che ne ha disputati e vinti di più? Insomma, siamo in buona compagnia, almeno per la “cattiveria” assoluta. Potete dirci che siamo bravissimi a perdere finali, i migliori, ma i più cattivi sul campo proprio no, quelli storicamente sono altrove.