I 5 gesti tecnici di Milan-Juve

di Giacomo Scutiero |

  1. La Goal Line Technology è l’unico appiglio per tentare di negare l’impossibilità resa realtà: Gianluigi Buffon arriva dove solo il fantasma (di Muntari o chicchessia) potrebbe. 😮

 

2. Morata battaglia con lucidità e dà la prima lezione di sovrapposizione; Asamoah obbedisce al cenno della mano destra di Pogba, che stoppa il cambio-campo un poco largo con un arpione alto 1,5 metri; Lichtsteiner con la seconda lezione di cui sopra, poi c’è Marchisio che si conquista con merito la zona di calcio. 👏

 

3. Daniele Rugani termina la 50° gara di Serie A senza cartellini ricevuti; il dato è impressionante, comunque si interpreti. Quanto a ieri sera, è notabile (il “vecchio” Bonucci osserva palesando fiducia nei suoi confronti) come abbia imparato ad usare le mani e il corpo contro chi fisicamente non è messo malaccio. 👍

 

4. Dal brivido di Buffon che pensa un po’ a passare e un po’ a dribblare al laser di Bonucci che di prima imbecca Pogba sulla corsa, cui se vuoi porre fine… ⚡️

 

5. Mancheranno i suoi strappi, quelli di affondo e quelli di gestione. Mancherà Juan Guillermo Cuadrado Bello. Se… 💔