Papà, adesso ho capito…

Ho preso tempo per riprendermi da questo grande grosso ennesimo shock.
Al 3-0 allo Stadium mi è apparso il fantasma di Cardiff.. non potevo crederci.
Su twitter a fine partita sono cominciati gli scontri fra tifosi Juventini.. quelli che credevano in una remuntada, e quelli che prendevano per il culo coloro che credevano nella remuntada.
Quella rovesciata perfetta e l’espulsione di Dybala erano stati un uno-due micidiale. Da ko.. e in molti avevano dimenticato un particolare non di poca considerazione per il ritorno.
Noi siamo la Juventus!
Non ho mai pensato un secondo che non avremmo fatto di tutto per ribaltare la situazione.
Immaginate ora di lavorare in una azienda di 700 persone. Eliminate una buona percentuale di Juventini e calcolate quante volte in otto ore di lavoro, mi si è presentato un deficente con un ghigno bastardo a ricordarmi che eravamo usciti dalla Champions. Con il mio angelo custode aggrappato alla spalla ho spiegato ad alcuni di loro, che la Juve non è il Napoli che in Europa si scansa (o così millanta di fare). Risate grasse la risposta.
Arriva il giorno del ritorno. Gufi, anti juventini cronici e gente che di calcio ne sa meno di un alieno sbarcato oggi sulla terra, mi illustravano compiaciuti la figura di fango che avremmo fatto col Real. Seppellito da tonnellate di ignoranza, ho voltato le spalle fiero di essere binconero, nella mia felpa della Curva Sud, con drughi e logo e vista.
Nel pomeriggio su twitter mi imbatto in uno di quegli sciagurati “Juventini” che si sentono bianconeri solo quando si vince. Fra la marea di m..tweet che postava leggo “Smettetela di essere ridicoli, non vinciamo nemmeno se giocassimo 40 contro 11.” e li mi si è chiusa la vena.. dopo avergli spiegato il concetto di #FINOALLAFINE l’ho abbandonato non senza schernirlo.
Inizia la partita. Nemmeno il tempo di far prendere forma al divano che già la gioia mi era salita.
Al 2′ del primo tempo Mandžukić di testa la mette dentro. Il mio cane mai dimenticherà il mio balzo dal divano e l’urlo di gioia. La partita procede bene e la Juventus gioca ogni palla con precisione. 11 leoni pronti all’agguato.. il Real prova a resistere, e al 37′ Mandžukić, per la seconda volta smentisce chi lo accusava sul web di essere bollito. Un’altro goal di testa. Sono al tripudio.. stiamo giocando strabene. Primo tempo, sigaretta e il cane a fare pipì e torno sul divano col cuore in mano. Il Real si fa più aggressivo, ma minimizziamo Ronaldo e i loro continui tentativi di attacco. Al sessantesimo Douglas Costa crossa dalla fascia dentra verso il centro area.. il tiro coglie impreparato Navas che para ma non trattieme e Matuidi la mette dentro. Se non mi è preso un infarto non mi prede più. 3 goal al Bernabeu al Real Madrid chi altro li ha fatti? E il Real non stava giocando male o quanto meno sottotono come il Barcellona contro la Roma. Manca poco ai supplementari e succede l’inimmaginabile. Benatia contrasta in centro area di rigore Vazquez. Tocca la palla e urta leggermente Vazquez, che si lascia cadere. Al 93′ arbitro decreta un inesistente, insensato, inconcepibile, maledetto calcio di rigore. Tutti corrono dall’arbitro cercando di spiegare che si sbagliava. L’arbitro di porta che ha visto tutto, improvvisamente sembra essere diventato cieco come Mr. Magoo. Il rigore preso al 93′ scalda gli animi e l’arbitro Oliver estrae il cartellino rosso e invece di espellere Benatia, espelle Buffon. Houston abbiamo un problema. Una rapina a mano armata di cartellino rosso segna la partita. Una partita fantastica e combattuta fino al 93′.. una partita dove la Juventus ha strapazzato e ribaltato un Real Madrid che mai aveva subito 3 schiaffi al Bernabeu. Buffon esce fra gli applausi e l’incredulità di un Bernabeu sotto shock ed entra Szczesny al posto di Higuain. Ronaldo va sul dischetto e infila sulla sinistra uno Szczesny che aveva intuito il tiro ma null altro poteva. SHOCK!!!
Non so se sia pià la rabbia o lo schifo che mi ha assalito. Dell’ultimo minuto di partita ricordo poco. Troppa delusione. Ma non per la Juventus.. un’emulatore di Byron Moreno, ha deciso una partita che non vede i migliori andare a disputare la semifinale di Champions League.
Sul dopo partita non aggiungo nulla… credo solo che la polemica qui ci sta al 100%.
Nella giornata successiva giornali Italiani e Spagnoli hanno tutti titolato di rigone inesistente ed espulsione di Buffon senza senso. Ma così va la vita.
Credo sia stata una delle più belle partite della Juventus nonostante il finale.
Mio figlio che ha 9 anni, a fine partita come per consalarmi mi ha detto: “Papà ora ho capito perche tutti dicono #FINOALLAFINE” e poi ancora: “E’ perchè non si deve mollare mai“. Mi ha strappano un sorriso e riempito di orgoglio per avere un figlio bianconero che alla sua tenera età ha già capito lo stile Juve. Molti prima di Real-Juve mi hanno chiamato illuso. Forse sbagliavo io… ma mai mi toglieranno dagli occhi e dal cuore gli 11 supereroi bianconeri che hanno stampato 3 schiaffi al Real Madrid al Bernabeu.
Amo la Juve e l’amerò sempre.
GRAZIE RAGAZZI! #FINOALLAFINE
Gabe