Higuain oggi

di Luca Momblano |

Gonzalo Higuain oggi è un calciatore di proprietà Juventus in prestito al Milan. Fa specie realizzarlo così, perché verrebbe da rimpiangerlo una settimana si e una no. Poi, però, realizzando ancora meglio, ci si potrebbe rendere conto che si tratta esattamente del giocatore che manca a questa Juventus se le fosse concesso di giocare in dodici.

Higuain oggi è un avversario, nella cornice di una partita che assume tratti particolari in chiave campionato più che per un pathos disperso gradualmente negli anni. E questa atmosfera da big match va pesata guardandosi bene dall’affrontarla dalla parte sbagliata delle due lame. Più si dà valore alla partita è più sarà vera Juventus? Oppure: più si rende oggettivo il gap reale con il Milan e meno sarà frenato e “rispettoso” il modo di intendere la gara? Cosa converrebbe? Al triplice fischio la risposta sarà netta e chiara, perché il calcio è più facile raccontarlo postumo. I pochi appunti di storia a disposizione – limitando il ragionamento al solo Higuain – suggeriscono che il Pipita (pensate agli strani incroci Real, Napoli, Juventus) sa far male a chi lo teme e molto, ma molto meno, a chi se l’è messo brutalmente alle spalle.

Higuain oggi è il terzo miglior centravanti della Serie A, considerando che Cristiano Ronaldo è immanente in ognuno dei ruoli dell’attacco e che il sorpasso del rampante eppur diversissimo Icardi pare avvenuto nei tempi stessi nei quali lo immaginava la stessa Juventus. Higuain è tuttora nella Top 10 attaccanti argentini e nella Top 10 attaccanti del nostro campionato, che detto così è già approssimativo di suo, quindi guai a provare a traslare il gioco su scala mondiale.

Higuain oggi, insieme a Alessio Romagnoli, è il Milan. L’appiglio del Milan. Lo dicono – chi esplicitamente, chi lasciandolo intendere – tutti coloro che seguono o tifano i colori rossoneri. Higuain oggi farà la sua partita, la vivrà tra gli applausi, sarà in qualche modo surreale. Come una partita d’addio che, per ogni juventino, è un po’ come se la fosse per davvero.