Happy Birthday Juventus Stadium (io c'ero)

di Maurizio Romeo |

Bello vedere una partita allo stadio. Respiri le emozioni, i rumori, gli odori e le sensazioni del campo. In Tv potrai avere le migliori visuali e i replay, ma ciò che vivi allo stadio non lo vivi da nessuna parte. Se poi aggiungi lo stadio in questione è quello della TUA squadra, allora l’emozione diventa ancora più grande.

Uno stadio di Serie A ogni anno ospita oltre 20 paritte, ma c’è un evento che resta e resterà per sempre unico: l’inaugurazione.

08-09-11. Una data che avevo bene impressa nella mia mente. Non potevo mancare alla prima! E devo dire che questa volta la fortuna mi ha dat una piccola aiuto: Listicket (uno dei siti in cui forse è più difficile comprare un biglietto per una partita della Juventus) per sbaglio apre le vendite un giorno prima di quanto annunciato ed io che ero entrato nel sito solo per cercare informazioni mi ritrovo così quasi per caso con il biglietto in mano. Un sogno che diventa realtà. Tribuna Nord, Settore 107, Fila 7, Posto 12. Ci sarò.

Passano i giorni e l’emozione cresce, tanto che mi sembra di essere tornato bambino. Finalmente l’8. Mezza giornata di lavoro e poi alle 4 si parte a bordo di una macchinata ignorante da Genova con i miei compagni di squadra e di tifo, loro abbonati in Sud.

C’è traffico intorno a Torino e così arriviamo in zona proprio in prossimità dell’inizio della cerimonia, scendo al volo dalla macchina alle 19.45 e corro all’ingresso…

Ad ogni passo il cuore inizia a battere sempre più forte, mi sento un bimbo che sta per entrare a Disneyland…

Finalmente entro… gli occhi brillano e con un sorriso a 32 denti mi guardo intorno: sono qui, nello stadio della MIA squadra, nel MIO stadio, dove posso respirare Juve a pieni polmoni e sto da Dio!

1-panoramica

Trovo il mio posto mi siedo e attendo che scenda il buio per l’inizio dello spettacolo. Mi emoziono subito. Trovo sia bello che ci si ricordi di chi avresti voluto che ci potesse essere in questa serata e che invece ora la osserva sorridendo da lassù. E mentre mi prende un nodo alla gola guardo il cielo e sussurro “6 Grande Gae”.

2-gae

Segue la parte “istituzionale” e prima che la madrina taglia il nastro arriva il momento di ascoltare le parole emozionanti ed emozionate di Andrea Agnelli. Sentendole mi sento ancor più orgoglioso di tifare Juventus e capisco che presto si tornerà a vincere, nonostante si arrivi da due stagioni tutt’altro che esaltanti.

Nastro tagliato. Entrano i trofei (“Tutte le coppe le abbiamo noi…”) e quasi per ultima arriva quella Coppa dalle grandi orecchie che da troppo tempo ci sfugge…

3-trofei

Il prato dello Stadium si illumina delle stelle bianconere e mentre risuonano le note de “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang” scende la lacrimuccia rivedendo le immagini di Andrea Fortunato correre ed esultare in maglia bianconera.

Poi tutti con il naso all’insù… arriva la storia, la panchina su cui gli studenti del Liceo D’Azeglio oltre 114 anni prima diedero inizio alla leggenda…

4-panchina

…leggenda che si manifesta in campo poco dopo: Giampiero Boniperti e Alessandro Del Piero. La Storia della Juve che racconta la storia della Juve. Molto emozionante. Anche per loro.

5-bonipertidelpiero

Emozioni che continuano… e un altro nodo alla gola, seguito da uno scrosciante applauso, arriva con il ricordo di Gianni e Umberto Agnelli. LA Juventus.

6-gianniumberto

È un crescendo, perché le lacrime sulle mie guance e di quelle di tutti coloro che sono intorno a me scorrono quasi senza accorgercene quando vengono ricordati gli Angeli dell’Heysel.

Nessuno riesce a trattenerle guardando la scritta infuocata “IN MEMORY” e quei 39 palloncini vengono lasciati liberi di volare verso il cielo. Ho ancora la pelle d’oca ora mentre ci ripenso.

7-inmemory

Per riprenderci dal saliscendi di emozioni a cavallo fra storia e ricordo, sulle note di Michael Jackson parte uno spettacolo di uominiluce, un crescendo di movimenti sincronizzati che (quella sera non lo so ancora) saranno anche premonitori, con le 2 stelle….

8-2stelle

…che diventano 3 dipinte di tricolore, quello che in quella sera di 5 anni fa sembrava ancora un obiettivo lontano, in realtà sarebbe diventato realtà di lì a 8 mesi.

9-3stelle

Prima di finire con il Welcome Home. Finalmente siamo davvero a casa. La nostra.

10-welcomehome

Poi i fuochi, l’amichevole con il Notts, il viaggio dalla Nord alla Sud per raggiungere i miei compagni di viaggio, interrotto solo per una foto con Barzagli, Giaccherini e Storari, il viaggio di ritorno in macchina verso Genova. Vado a letto all’alba delle 3…

Dormirò poco stanotte, ho appena vissuto una serata fantastica. Emozioni, colori, sensazioni che porterò dentro per sempre.

Grazie per avermi fatto tornare bambino, per avermi fatto rivivere quelle emozioni di un calcio vero, quel senso di appartenenza e di amore per la mia squadra del cuore che ho riprovato entrando in questa nostra casa, proprio come il primo giorno in cui sono diventato tuo tifoso.

13-stadium

E allora…

Buon 5° compleanno Juventus Stadium!

Con l’augurio di festeggiarne altri 100, pieni di trionfi come questo tuoi primo lustro in bianconero!