Gustavo Dybala e parenti vari, dite qualcosa di juventino

di Juventibus |

Stufo di questo signore!”, un tweet anti-Sarri  dopo la sostituzione di Paulo Dybala, poi cancellato, l’ennesima scivolata del fratello-agente di Dybala, Gustavo, esempio di una lunga serie di parenti-procuratori dai post “facili“.

Nella giornata dello show di Ronaldo e della rete di Higuain, un ruolo fantastico lo ha avuto ancora una volta Paulo Dybala, autore di splendide giocate e della serpentina che ha causato il fallo da rigore del 2-0. Inaspettato -e fuori luogo- è giunto al momento del cambio, a venti minuti e alla fine, il tweet polemico del fratello di Paulo, Gustavo:

Non è la prima uscita infelice di Gustavo. Alla fine della scorsa stagione aveva incautamente rilasciato alcune dichiarazioni ad una web-radio Argentina –Paulo è stanco molti altri lasceranno la Juve-, così come, a inizio stagione, con Dybala in panchina a Firenze aveva già twittato così dall’Argentina:

“Al violino manca una corda per suonare bene”

Massima libertà di espressione per chiunque, ovviamente, ancor di più per un fratello in tribuna allo Stadium (come si evince dalla geolocalizzazione del tweet), ma in un momento fondamentale per la carriera di Paulo, che sta trovando continuità in una Juve con grandi ambizioni, Gustavo potrebbe dargli una mano, posare lo smartphone, riflettere un po’ e passare a hobby meno dannosi per il fratello. E magari dire e fare qualcosa di juventino (vale per lui e per un po’ tutti i parenti, fratelli e mamme dei calciatori).

Ricordiamo che Dybala aveva lasciato il tuo agente storico, Pier Paolo Triulzi, proprio per affidarsi a Gustavo che è stato artefice del contratto con Adidas di Paulo. Secondo Triulzi e la sua Star Image, il contratto sui diritti di immagine precedente sarebbe stato però rescisso unilateralmente, ed ecco il motivo per cui una causa da 40 milioni penderebbe sulla Joya, noie burocratiche saltate fuori anche in occasione delle trattative per i trasferimenti in Premier ipotizzati in estate. Insomma, la Juve si gode questo Dybala, molto meno Gustavo, ma per fortuna i problemi sono altri.