Guida al sorteggio dei gironi Champions 2019-20

di Stefano Francesco Utzeri |

Come ogni anno nell’ultima settimana di agosto arriva puntuale un momento molto atteso della stagione bianconera, il sorteggio dei gironi della Champions League. Vuoi perché la voglia di alzare quella Coppa tanto amata, quanto maledetta, ci costringe a scandire i calendari dei nostri primi veri appuntamenti stagionali, al ritmo delle prime 6 partite della competizione continentale, vuoi perché dopo Istanbul 2013 nessuno è più sicuro di quello potrà accadere nel girone di Champions, e per questo tutto la platea dei tifosi bianconeri si concentra pure sulla speranza di pescare nelle urne di Nyon questa o quell’altra squdra.
Quali saranno però le 3 avversarie della prima versione europea della Juventus di Maurizio Sarri? Andiamo a scorrere velocemente la lista delle 21 candidate (Napoli, Inter e Atalanta naturalmente escluse), divise in 3 fasce, potrebbero capitare nel girone della Vecchia Signora.

2A FASCIA
REAL MADRID: la seconda fascia, per la prima volta da diversi anni presenta il pericolo numero 1 della massima competizione europea, i Blancos. Gli uomini di Zidane si presentano al nastro di partenza tra le maggiori candidate alla vittoria, dopo un campagna acquisti multimilionaria ancora quasi tutta da scoprire, eccetto il nuovo numero 7, Eden Hazard.

ATLETICO MADRID: in second fascia, come spesso accade da quando la prima è riservata ai campioni nazionali e continentali ecco l’Atletico Madrid del Cholo. I Colchoneros stanno cambiando pelle, hanno perso tanti dei pilastri delle loro stagioni trionfali e hanno rivoluzionato la rosa acquistando calciatori da lanciare sul grande panorama europeo. Uno su tutti Joao Felix.

BORUSSIA DORTMUND: i gialloneri hanno confermato quasi in toto le scelte vincenti dello scorso anno, l’unica vera novità soprattutto tra i titolari è l’addio del giovane centrale Diallo passato al PSG, e il ritorno più esperto Mats Hummels.

TOTTENHAM: i vicecampioni d’Europa si ripresentano forti dell’esperienza acquisita nella scorsa incredibile cavalcata in Champions League. I londinesi, che affrontano la prima stagione intera nel nuovo stupendo impianto casalingo, hanno ricominciato a fare mercato e si sono accaparrati nomi di interesse internazionale com Ndombélé e Lo Celso, completando reparti giò di altissima qualità.

BENFICA: solita piccola grande rivoluzione dettata dal mercato per i portoghesi, che hanno rinunciato al loro miglior calciatore, Joao Felix, ma grazie ai soldi incassati per il talentino lusitano, hanno reinvestito su calciatori giovani da lanciare anch’essi sul panorama europeo. Uno sicuramente da tenere in grande considerazione: Raul de Tomas.

AJAX: i dolorosi ricordi della passata stagione si sono trasformati in dolci sicurezze quest’estate, a saccheggiare l’Ajax questa volta non sono stati solo “gli altri”, ma anche noi. Gli aiacidi sono alle prese con l’ennesima rivoluzione. La sotituzione di de Ligt, de Jong e Schone non sarà affatto facile.

SHAKHTAR DONETSK: poche differenze rispetto agli anni passati nell’organico degli ucraini che si contraddistinguono ancora una volta per la folta rappresentanza di brasiliana. In panchina il vero cambio, con l’addio di Fonseca, ecco un altro portoghese: Luis Castro, quinto lo scorso anno nel campionato lusitano col Vitoria Guimaraes.

3A FASCIA

BAYER LEVERKUSEN: gli uomini di Peter Bosz sono una squadra giovane che gioca un calcio molto offensivo. Da tenere d’occhio soprattutto quello che si può considerare senz’altro il miglior talento tedesco del momento: Kai Havertz.

OLYMPIACOS: i greci dopo la deludente stagione scorsa, che li ha visti finire dietro il PAOK nel campionato ellenico si presentano in Champions come al solito con pochi pretese ai fini del risultato nella competizione continentale. La trasferta al Pireo rimane sempre una delle più ostiche, viste anche le difficoltà avute dalla Juventus negli ultimi quando si è recata al Karaiskakis.

CLUB BRUGGE: cartellino timbrato anche per i belgi del Club Brugge, la squadra, qualificatasi seconda nello scorso campionato belga è sicuramente una delle compagini che tutti vorrebbero pescare dalla 3a fascia.

SALISBURGO: gli esacampioni d’Austria, sempre sotto il controllo della Red Bull si presentano con una grande novità in panchina, a guidarli infatti sarà lo statunitense Jesse Marsch, alla prima esperienza europea da allenatore responsabile della prima squadra. Anche gli austriaci sono sicuramente tra le avversarie più ambite della terza fascia.

VALENCIA: il Valencia di Marcelino ha chiuso la stagione in rincorsa, agguantando nelle ultime giornate un posto in Champions e portandosi a casa una insperata Coppa del Re. Così gli spagnoli hanno rilanciato questa estate con gli arrivi di Cillessen e Maxi Gomez, senza però rinunciare a nessuno dei suoi titolari.

DINAMO ZAGABRIA: dopo anni di dominio in Croazia, la Dinamo si era presa una pausa, fallendo l’obbiettivo campionato. Oggi dopo anni in quarta fascia si ripresentano da Campioni nazionali e con la solita rosa colma di giovani promesse.

4A FASCIA

GALATASARAY: i turchi ci riportano indietro a quell’orribile pomeriggio di 6 anni fa circa. Come allora la squadra potrebbe potrebbe avere l’apporto di un grande bomber europeo che distribuisce le ultime perle di una grande carriera, allora era Drogba, oggi potrebbe essere Radamel Falcao. A guidarli, come al solito, l’ “Imperatore” Fatih Terim.

RED BULL LIPSIA: i cugini tedeschi del Salisburgo si presentano nuovamente in Champions League con una nuova nidiata di giovani da esaltare. L’allenatore è quel Julian Nagelsmann che ha sorpreso tutti per i suoi risultati in panchina alla guida dell’Hoffenheim. Oggi poco più che 30enne, con una squadra altrettanto giovane, ha un’altra occasione nella massima competizione europea.

LILLE: la squadra rivelazione della scorsa Ligue1 arriva in Champions con poche pretese. I vicecampioni di Francia hanno rinunciato al loro miglior calciatore e difficilmente ripeteranno i grandi risultati della passata stagione, ma non sono un avversario da sottovalutare, soprattutto se inseriti in gironi già competitivi nelle altre tre fasce.

GENK: i campioni del Belgio sono una delle compagini meno quotate di questa Champions League, tuttavia puntano almeno a raggiungere la qualificazione all’Europa League. Tra le fila dei belgi da segnalare la presenza di un figlio d’arte come Ianis Hagi, talento in crescita dopo un ottimo europeo under21.

STELLA ROSSA: il club serbo che da due anni domina il campionato nazionale si presenta anch’esso senza particolari pretese di passaggio del turno. I serbi annoverano nelle loro fila una ex conoscenza della Juventus, Richmond Boakye.

SLAVIA PRAGA: difficile dare una descrizione dei cechi. La squadra della capitale è reduce da una stagione trionfale che l’ha portata a vincere campionato e coppa nazionale, ma le loro ambizioni europee, vista la qualità della rosa sono quasi nulle.

LOKOMOTIV MOSCA: con lo Zenit in prima fascia, la Lokomotiv, è l’altra rappresentante russa nell’urna di Nyon. Difficile dire quale sia la dimensione della squadra che nelle sue fila annovera anche l’ex meteora bianconera, Benedikt Howedes.