Guida al sorteggio della fase a gironi della Champions League 2021/22

di Alex Campanelli |

sorteggio

Per la prima volta da quando è stato istituito il nuovo sistema di suddivisione in fasce, la Juventus non farà parte della prima, riservata ai campioni nazionali e ai vincitori di Champions ed Europa League, e dovrà accomodarsi in seconda fascia, comunque in compagnia di nomi illustri quali Real Madrid, Liverpool e il nemico pubblico Paris Saint-Germain.

Quali sono i principali pericoli da evitare per la Juve di Allegri? Quali invece le avversarie più morbide che faciliterebbero il tecnico nelle rotazioni? Con il nostro indice di pericolosità, da 1 a 6 stelle, proviamo a darvi un’idea della caratura delle possibili avversarie dei bianconeri.

Prima fascia

Esclusa l’Inter, impossibile da pescare prima dei quarti, la fascia più prestigiosa contiene squadre dalla caratura abbastanza variegata. Le compagini da evitare assolutamente sono il fastidiosissimo Atletico di Simeone, rinforzatosi con De Paul e Matheus Cunha, il nuovo Bayern di Nagelsmann, senza Alaba ma con l’ottimo Upamecano, e i campioni d’Europa del Chelsea, addirittura più forti dello scorso anno con Lukaku a guidare l’attacco. Un gradino più indietro, ma comunque temibile, lo United di un Pogba in grande spolvero, con Solskjaer che ad oggi deve ancora innestare stabilmente nell’11 titolare i nuovi arrivi Sancho e Varane. Più abbordabili le altre 3 del lotto: lo Sporting Lisbona di Amorim è una squadra solida e dall’identità chiara, ma pecca di esperienza internazionale, il Lille campione di Francia ha perso in un colpo solo il tecnico Galtier, il mediano Soumaré e il portiere Maignan, ed è partito male in Ligue 1, il Villarreal è sicuramente una spanna sopra alle altre 2, ma non vale le migliori squadre della Champions League.

Chelsea ⭐⭐⭐⭐⭐⭐
Bayern Monaco ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
Atletico Madrid ⭐⭐⭐⭐⭐½
Manchester United ⭐⭐⭐⭐⭐
Villarreal ⭐⭐⭐⭐ ½
Sporting Lisbona ⭐⭐⭐ ½
Lille ⭐⭐⭐

Terza fascia

Come lo scorso anno, l’insidia peggiore della terza urna è rappresentata dall’ammiraglia del progetto RedBull, il Lipsia, che ha sostituito i centrali titolari con due prospetti interessanti come Gvardiol e Simakan, strappato all’Ajax il possente prospetto Brobbey e salutato il mago Nagelsmann per accogliere Jesse Marsch, proveniente dai cugini del Salisburgo, inseriti peraltro nella stessa fascia. Pur finito lo scorso anno a 5 punti di distacco, il Porto si fa preferire allo Sporting per esperienza internazionale, al pari dell’Ajax di ten Hag, l’ultimo giustiziere di Allegri in Champions. Lo Shakhtar di De Zerbi ha strappato il pass per la fase a gironi ai supplementari contro il Monaco e non è assolutamente da sottovalutare, lo piazziamo di un’incollatura davanti al già citato Salisburgo, al Benfica e allo Zenit del mister di casa Sergei Semak, rinforzatosi con l’ottimo Claudinho, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokuo col Brasile.

RB Lipsia ⭐⭐⭐⭐ ½
Porto ⭐⭐⭐⭐
Ajax ⭐⭐⭐⭐
Shakhtar Donetsk ⭐⭐⭐ ½
Zenit ⭐⭐⭐
Benfica ⭐⭐⭐
RB Salisburgo ⭐⭐⭐

Quarta fascia

C’è sicuramente chi li piazzerà in fondo alla lista, ma i moldavi dello Sheriff, partiti dal primo turno preliminare, non sono assolutamente da sottovalutare; ne hanno fatto le spese compagini ben più blasonate come Stella Rossa e Dinamo Zagabria, schiantate dall’ottima linea dei trequartisti della squadra di Vernydub, tra i quali spicca Adama Traoré, esplosivo come l’omonimo del Wolverhampton ma decisamente più freddo. Le pescate più fastidiose restano comunque i campioni d’Ucraina della Dinamo Kiev, pur regolati con facilità dalla Juve l’anno scorso, e il Wolfsburg del nuovo mister Van Bommel, davanti al Besiktas appena rinforzatosi con Batshuayi e Alex Teixeira e ai belgi del Bruges, che lo scorso anno hanno dato molto fastidio alla Lazio ma sono stati privati di due perni come Dennis e Kossounou. Chiudono il valzer gli svedesi del Malmoe e lo Young Boys, partito in sordina in campionato, che dopo 3 stagioni hanno perso il tecnico Gerardo Seoane (trasferitosi a Leverkusen), sostituito da una scommessa come l’ex Schalke David Wagner.

Dinamo Kiev ⭐⭐ ½
Wolfsburg ⭐⭐ ½
Sheriff Tiraspol ⭐⭐
Besiktas ⭐⭐
Bruges ⭐⭐
Malmoe ⭐ ½
Young Boys ⭐