Juve, gol italiani come ai tempi di Giovinco

di Michael Crisci |

Non vi è più club italiano e italianista della Juventus. La predominanza tricolore è sempre stata uno dei tratti più distintivi della società bianconera, ma il potenziamento della rosa degli ultimi anni ha inevitabilmente portato a una predominanza straniera, tanto che molto raramente, in una singola partita di campionato, la Juve attuale manda in gol due o più giocatori italiani, senza firma straniere.

Nella serata della Sardegna Arena, grazie ai gol di Bonucci e Moise Kean, è stato sfatato un tabù che durava da quasi 5 anni. Nell’era Allegri è la prima volta che accade in 5 anni; in sole altre due occasioni è capitato nella sua gestione, ma in Coppa Italia: nell’ultimo gennaio a Bologna, nello 0-2 degli ottavi di finale, con reti di Kean e Bernardeschi, e nella finale di Coppa Italia del 2015, quanto a Radu, risposero Chiellini e Matri, nei tempi supplementari

Al contrario, l’era Conte è costellata di gare col tabellino dipinto di azzurro; l’ultima gara in campionato con soli gol italiani (come spiegato sopra), è datata 6 ottobre 2014, Juve-Milan 3-2, con reti di Pirlo, Giovinco e Chiellini. Andando a ritroso spicca un derby firmato Marchisio-Giovinco del dicembre 2012, 3-0. Spiccano anche successi esterni, come l’1-2 del Meazza firmato Matri-Quagliarella del 30 marzo 2013. I due attaccanti firmarono per ora l’unica gara con gol soli italiani di questi 8 anni in Champions: il 2-0 casalingo contro il Celtic, il 6 marzo del 2013!

Di sicuro, con la crescita esponenziale dei vari Kean e Bernardeschi, e magari qualche altro giovane della primavera, o magari anche l’arrivo di qualche altro attaccante italiano (Chiesa?), questa potrebbe rivelarsi in futuro una piacevole abitudine.