Gli occhi della Signora

di Giacomo Scutiero |

Ho visto un tramonto drammatico, eppure magnifico.
Ho visto imbecilli che pensavano troppo in grande.
Ho visto fessi rassegnati al troppo piccolo.
Ho visto che non c’è una strada, solamente.

Ho visto tutti noi in barca, in mare aperto.
Ho visto ex fumatori recuperare il tabacco.
Ho visto ciucci ragliare e pagliacci da ricordare.
Ho visto balli precoci e fontane piene di gente.

Ho visto San Gennaro davanti le porte.
Ho visto che il sole non sorgeva.
Ho visto che tanti soldi da soli sono niente.

Ho visto un gufo.
Ho visto durare la notte un anno.
Ho visto le mani giunte e sentito le preghiere.
Ho visto che…
Dipende.

Ho visto il baratro da molto vicino.
Ho visto i calciatori finire schiacciando un tasto.
Ho visto saltare le conferenze e i nervi.
Ho visto far saltare la routine.

Ho visto il locale pieno di gente e nessuno a parlare.
Ho visto macchinate con dentro qualcuno con dentro niente.
Ho visto una squadra andare avanti e un’altra fermarsi.
Ho visto che tutti dimenticano il bene, ma se fai male ricordano.

 

Ho visto che mi stupisco sempre.
Ho visto la gente che fa niente e quella che fa tutto.
Ho visto la pochezza degli altri e la saggezza dei nostri.

 

Ho visto che è solo un gioco, in cui non vince nessuno.
Anzi, vince sempre lei.

Ho visto gli occhi della Signora.
E sì, sono come i tuoi.