Giù le mani da Cantone

di Vincenzo Ricchiuti |

Il presidente dell’Anti corruzione, Raffaele Cantone, è stato intervistato da Giovanni Minoli. L’argomento principale non era il calcio. Bensì l’eventuale scelta di Piercamillo Davigo a presidente dell’assoMagistrati. Bensì il ruolo di controllo che l’autority presieduta dal Cantone stesso dovrà esercitare sugli appalti della bonifica di Bagnoli. Cose tecniche, serie. Poi a margine di quest’intervista è finito il calcio. Cantone è tifoso del Napoli, Minoli della Juve. Nell’audio che si allega si sente chiaramente il tono ironico e lieve con cui s’è affrontato l’argomento. Si è trattato di una pausa: s’è cazzeggiato un po’ di calcio con tono lieve e divertito. Questo divertissement è diventato il J accuse dell’Incorruttibile d’Italia nei confronti della Juventus, l’ammonimento da parte di una delle figure più stimate (e temute) di questo paese affinché si ridia d’impero e impeto al Napoli il suo centravanti. Questo è ciò che titolano e vendono alcuni giornali. Quella nell’audio è la verità. Al momento la diciamo noi. In attesa che il diretto interessato smentisca direttamente a tutti i buoni, noi s’è pensato di cominciare dai cattivi.

Questo il link per ascoltare l’intervista.