Gabriel Jesus, il profilo ideale

di Roberto Nizzotti |

Tutti concentrati giustamente sul centrocampo, reparto cruciale e primo per necessità di restyling come già detto in altre occasioni, ma anche l’attacco va completato.

In quest’ottica è Gabriel Jesus la punta con le caratteristiche che più si sposano sia con quelle di Cristiano Ronaldo che con quelle di Paulo Dybala, andando a completare i due attaccanti ad oggi titolari indiscussi della Juve.

La bravura di Gabriel Jesus è nel saper giocare su tutto il fronte offensivo senza mai abbassare le sue prestazioni e, nonostante il grande movimento, mantenere un’eccezionale efficienza e lucidità sotto porta.

Queste le sue stats in questa stagione nella quale ha faticato a trovare una certa continuità come titolare (Fonte wyscout)

 

 

 

Nelle immagini seguenti è possibile apprezzare la polivalenza di Gabriel Jesus sopra descritta e la sua abilità, anche sotto pressione, di non perdere mai la lucidità e effettuare la scelta corretta. (Fonte immagini https://youtu.be/Piq4j_hm_3w )

 

 

Siamo quindi di fronte ad un attaccante moderno, di 23 anni e quindi plasmabile, che può benissimo, grazie alla sua mobilità, visione e tecnica, interagire con Cristiano e Paulo senza pestare loro i piedi ma, al contrario, dando loro sia la possibilità di lanciarlo a rete sia quella di attaccare loro spazio che va, naturalmente, a creare nelle difese avversarie.

Inoltre ha l’atteggiamento perfetto per il gioco che vuole attuare Sarri visto che ha la propensione al pressing e al sacrificio come testimonia il dato sulle palle recuperate nella metà campo avversaria (58%).

Il mercato attuale probabilmente renderà l’opzione GJ9 alquanto complicata, ma è lui il profilo ideale ed è giusto che sia in cima alla lista della Juve.