Filipe Bernardes e il mistero (risolto) degli extracomunitari

di Fabio Giambò |

Filipe Bernardes

Conclusosi da qualche giorno il calciomercato estivo 2017, uno dei temi che l’hanno accompagnato, per lo meno sponda Juve, è stato quello relativo agli slot extra-UE a disposizione di Marotta e Paratici: chi ha liberato il posto al tandem Bentancur-Douglas Costa? Già, perché per regolamento, si ricorda, una società di Serie A può tesserare due extra-UE per stagione, a patto che si rispettino alcuni paletti chiaramente esposti dalla Figc come da comunicato ufficiale n.164/A del 26 maggio 2017:

A) le società in possesso del titolo per la partecipazione al Campionato di Serie A nella stagione sportiva 2017/2018 che, alla data del 30 giugno 2017, avranno più di due calciatori cittadini di paesi non aderenti alla U.E. o alla E.E.E., tesserati per esse a titolo definitivo, potranno tesserare un numero massimo di due calciatori cittadini di paesi non aderenti alla U.E. o alla E.E.E.,
provenienti dall’estero, a condizione che:

1. uno vada a sostituire altro loro calciatore di paese non aderente alla U.E. o alla E.E.E. che (i) si trasferisca all’estero, sottoscrivendo contratto con società estera, o (ii) il cui contratto scadrà al 30
giugno 2017, o (iii) che acquisisca, a qualunque titolo, la cittadinanza di paese aderente alla U.E. o alla E.E.E. o che l’abbia acquisita dal 31 gennaio 2017 alla data di pubblicazione del presente provvedimento;

2. uno, senza alcun vincolo di sostituzione di altro calciatore, che al momento della richiesta di
tesseramento sia stato convocato, con inserimento nella lista gara, per almeno due gare ufficiali della propria Nazionale di categoria nella stagione sportiva 2016/2017 o per cinque gare ufficiali della propria Nazionale di categoria in carriera.

Considerando le note cessioni di Bonucci, Lemina, Neto, Rincon e Dani Alves, come avrebbe fatto allora la Juve a liberare lo slot di cui al punto 1 (Douglas Costa soddisfa chiaramente i criteri spiegati nel punto 2) del regolamento Figc? La soluzione ce l’ha data il buon Luca Momblano, e risponde al nome di tal Filipe Alberto Bernardes Saraiva, difensore brasiliano classe 1997 acquistato dalla Juventus dal Gremio nel gennaio 2014. Girandola di prestiti per lui fra Cremonese, Casertana e Paganese, svincolato in data 30 giugno 2017, giorno della scadenza del suo contratto.

Eccolo, dunque, il dato decisivo: “il cui contratto scadrà al 30 giugno 2017”, senza bisogno di aggiungere altro. Si ringrazia il giovane sudamericano per l’apporto dato alla causa bianconera, ed in bocca al lupo per il prosieguo della sua carriera che però, almeno per ora, non sarà argomento che ci riguarderà particolarmente, ma che ci ha permesso di accogliere a braccia aperte El Lolo che saltò lo stagno.

Altre Notizie