Napoli-Juve, vincere per evitare festeggiamenti infiniti

di Toccoditacco |

  • Napoli-Juventus è una città in fremente attesa.
    Napoli-Juventus è una sensazione sopita da lunghi anni.
    Napoli-Juventus è riprovare dopo tanto tempo emozioni, paure, timori dimenticati.
    Una città che sta vivendo qualcosa che non ricordava più da troppo tempo e che potrebbe materializzarsi a Maggio.

La città di cui parliamo è ovviamente Torino, che a Maggio potrebbe, dopo 6 anni, purtroppo non essere più Campione d’Italia.

Va bene, venerdì non sarà decisiva ma sempre meglio non scivolare a meno sette, se possibile.
Nel malaugurato caso, non posso non pensare a cosa potrebbe accadere se…
Di certo, la parola d’ordine (o le parolacce d’ordine) saranno le dediche agli Juventini, pensiero fisso e costante chiunque porti a casa questo titolo.

E visto che la paure vanno esorcizzate, ecco tre possibili scenari per le feste scudetto possibili…quale la meno peggio?

INTER
San Siro, Maggio 2018
Durata prevista festeggiamenti: 4 mesi

Il tifoso interista potrebbe ritrovarsi a festeggiare ben due volte la prossima primavera. La festa per i 20 anni dello scontro Iuliano-Ronaldo di Aprile potrebbe infatti fare da apripista per lo scudetto nerazzurro, il numero 17, cartone più, cartone meno…
Festa in campo presentata da Bonolis (come da tradizione) con i giocatori che per l’occasione ripresentano lo smoking bianco tirato fuori dal solaio dopo 7 anni. Qualche tarma, una bella spolverata e via sul pullman cinese scoperto.
Durata stimata dei festeggiamenti 4 mesi, perchè si sa che l’interista durante l’estate, la sua stagione, è già abituato a festeggiare. Poi stop. Se poi di quei 4 mesi togliamo il tempo passato a insultare la Juve potrebbero festeggiare 20 giorni, abbondando.
“Noi vinciamo senza rubare, bastava aspettare il Var e la Juve smette di vincere!”
La capolista se ne VAR. O senza VAR?

NAPOLI
Piazza Plebiscito Maggio 2018
Durata prevista festeggiamenti: 48 mesi tendenti a infinito

Palcoscenico in Piazza Plebiscito per la festa presentata da Anna Trieste, con Alvino e Auriemma tra la folla per intervistare il pubblico, per una festa sobria, sobrissima, con sceneggiatura dei fratelli Vanzina, ingaggiati per l’occasione da De Laurentiis.
Dovrebbe terminare verso il 30 Dicembre, in tempo per lasciare il palco libero per il concertone di Gigi D’Alessio di Capodanno.
Ospite speciale il nonno della promessa del taglio dell’uccello ai 15 gol di Higuain (“meno male, non avevo più nulla da tagliare se fossimo finiti secondi“)
Invitati anche gli ex giocatori degli altri due scudetti del Napoli, sempre che non li lascino chiusi fuori dallo stadio come l’ultima volta.
Ai giocatori, consegna in pompa magna delle chiavi della città, statue d’oro costruite a grandezza naturale (quindi per Insigne quasi tascabile) erette al Molo Beverello ed esenzione fiscali a vita fino alla quarta generazione. Mai più tasse da pagare, come per gli astronauti che distrussero l’asteroide nel film Armageddon.
Da segnalare solo uno spiacevole episodio. No,non gli insulti vari agli juventini, ma l’arresto del giornalista Varriale ritrovato a Posillipo in chiaro stato d’ebbrezza. Da 4 giorni.

ROMA
Circo Massimo Maggio 2018
Durata prevista dei festeggiamenti: 6 mesi, con la condizionale.

Antonello Venditti e il suo concerto allieteranno la festa giallorossa al Circo Massimo (per l’occasione presentato il nuovo Inno della Roma del cantante, come da tradizione a uscita ventennale).
Sul palco un Nainggolan che a forza di dire che era meglio vincere uno scudetto a Roma piuttosto che dieci a Torino (peccato fermarci a sei..) finalmente festeggia il suo..intervistato da Luca Telese ubriaco e in mutande (Telese, non Radja) arringa la folla “vi avevo detto di fidarvi dei miei pronostici no?
Totti, nominato sindaco ad honorem, dichiara “Ci voleva il Var, finalmente non facciamo più un campionato a parte”
Ospiti speciale: Morgan De Sanctis, che per l’occasione mostra ai 500 mila del Circo Massimo come si vince e Zdenek Zeman, sempre nei cuori giallorossi e che a Maggio avrà sicuramente le giornate libere, come ogni anno.Grande assente Patrick Schick, fermato dai medici perchè non ha ancora il giro in pullman scoperto nelle gambe.

BONUS TRACK

LAZIO
Stadio Olimpico Maggio 2018
Durata prevista festeggiamenti: 4 mesi (2 a Roma e 2 a Torino)

L’unica vera soluzione gradita sarebbe uno scudetto sulla sponda giusta di Roma. L’unica squadra accettabile nel caso infausto. Poi però ti viene in mente che l’ultimo scudetto l’hanno festeggiato dopo Perugia-Juve e ti incazzi. Poi però ti viene in mente lo strip di Anna Falchi e ti rassereni, poi però ti viene in mente Lotito che festeggia in latino e ti abbatti.

Festeggiamenti in pullman scoperto con tappa obbligata nelle borgate giallorosse di Garbatella e Testaccio al grido di “ve l’avemo arzato in faccia!”
L’unico festeggiamento dove i cori contro gli juventini verrebbero per un attimo accantonati per dedicarsi ai cugini concittadini.
Al massimo,come ospite speciale, potrebbero pure invitare Gigi Buffon,sempre accolto alla grande dalla tifoseria Laziale.

Ora, a parte un difficile e utopico finale biancazzurro, io di tutti questi scenari non riesco proprio a scegliere il meno peggio…quindi, purtroppo, tocca provare a rivincere ancora una volta noi.

Ovviamente nessun festeggiamento in caso di settimo scudetto Juve, visto che saremo impegnati o a prepararci per un’eventuale ennesima finale di CL o a scannarci per non averla raggiunta.

Altrimenti a Maggio mi sa che mi prenoto qualche bella crociera last minute. E un’altra a Giugno, per evitare i Mondiali.

Altre Notizie