British Talks: Ferdinand, Scholes e Hargreaves su United-Juve

di Juventibus |

united-juve

Ripetiamo l’esperimento tanto apprezzato lo scorso anno in occasione di Tottenham-Juventus: qui sotto riportiamo un estratto del commento postpartita di Manchester United-Juve, andato in onda sul canale britannico BT Sport, con tre grandi ex dei Red Devils come Rio Ferdinand, Paul Scholes, e Owen Hargreaves, interrogati sull’esito del match da Gary Lineker, altro volto noto del calcio inglese.

Hargreaves: “Ronaldo che a 33 anni va via in velocità a Martial è incredibile, lo fa con la consapevolezza che è lo scatto giusto da fare in quel determinato momento, che potrebbe accadere qualcosa, la Juventus vista stasera è stata una squadra intelligente“.

Lineker: “La sua conclusione nel secondo tempo è stata spettacolare, solo un intervento incredibile da parte di De Gea poteva impedire il gol (…)“.

Scholes: “(…) Lo United avrebbe dovuto essere un po’ più aggressivo, l’ultima cosa che la Juve si aspettava era che i suoi centrocampisti avessero tempo per giocare la palla, poi quando davanti hai giocatori come Pjanic, Matuidi e Bentancur, che sono tra i migliori al mondo a controllare le partite, diventa complicato“.

Lineker: “Abbiamo visto la Juventus pressare alto, pensare in verticale, scambiarsi velocemente la palla, non è questo il calcio moderno basato sui passaggi che lo United non pratica?“.

Ferdinand: “Ogni singolo giocatore della Juventus poteva uscire dal campo e dire “Wow, oggi non sono mai stato pressato”, perché la squadra di casa ha giocato come se fosse in trasferta (…) questa partita non fa testo per la permanenza di Mourinho, perché la Juventus è stata fin troppo superiore, molto diversa dalle squadre che si incontrano in Premier League (…)”

Hargreaves: “Oggi c’era una grande disparità tecnica tra le due squadre, lo United non è forte come la Juventus ma avrebbe dovuto avere un atteggiamento diverso, Bonucci e Chiellini oggi non sono mai stati pressati, in nessun momento della gara, la colpa non è solo di Mourinho, è tutta la squadra“.

Ferdinand: “(…) Di sicuro c’era una grande disparità tecnica, Mourinho è stato prodigo di complimenti per i giocatori avversari, dovrebbe dare ai suoi giocatori quella sicurezza con cui giocano Bonucci e Chiellini, i due centrali di cui avrebbe bisogno“.

Hargreaves: “La grande differenza è che la Juventus mira concretamente a vincere la Champions, lo United no, è lontano anni luce da tale obiettivo“.

Ferdinand: “Il calcio negli ultimi tempi si è evoluto, le squadre giocano proiettate in avanti, sono aggressive, offensive, l’intensità è alta in zone avanzate per recuperare palla vicino alla porta avversaria, il Manchester United fa esattamente il contrario“.

Traduzione di Alex Campanelli