Tutto pronto per la fase 2

di Juventibus |

Miralem Pjanic e Maurizio Sarri hanno presieduto per la Juve la conferenza stampa alla vigilia della seconda giornata del girone di Champions, contro i tedeschi del Bayer Leverkusen.

Il bosniaco ha voluto sottolineare le differenze tra ciò che gli veniva richiesto da Allegri e quello che oggi gli richiede Sarri; se lo scorso anno il compito del numero 5 era quello di cercare gli esterni, (probabilmente per incentivare il crossing game), quest’anno Sarri chiede al centrocampista di cercare maggiormente la verticalizzazione (per premiare gli inserimenti degli attaccanti). Lo stesso Pjanic ha specificato quanto quest’anno si stia trovando davanti più giocatori degli scorsi anni.

Poi è arrivata la volta del tecnico, che in primis ha voluto elogiare il Bayer Leverkusen e la sua capacità di palleggio, allontanando il pensiero Inter, a cui si comincerà a pensare da mercoledì. Parole al miele anche per Havertz, stella classe 99 dell’11 di Bosz.

Sulla squadra, Sarri ha risposto su Ramsey (“Sta migliorando, mi ha sorpreso la sua facilità di inserimento, ha ancora tanti margini“) e soprattutto sulla ventilata ipotesi di tridente Higuain-Ronaldo-Dybala (“ipotesi affascinante, ma ci vuole equilibrio”).

La speranza, per l’ex tecnico del Chelsea, è che la maturazione della squadra sia ancora a un punto basso, poichè significherebbe che i margini di miglioramento sono ancora molti. Sarri si è detto felice del progresso della squadra sul palleggio, e ha specificato che ora che si è raggiunto un livello importante di capacità di fraseggio, bisogna passare alla fase 2; velocizzare questo palleggio.

Aspettandosi un buon risultato per la gara di domani, Sarri ha anche ribadito l’auspicio a una maggiore conversione rate; troppi pochi gol in confronto a ciò che si costruisce.

La prima casalinga stagionale in Champions può essere il palcoscenico giusto per invertire questa tendenza.


JUVENTIBUS LIVE