Il fascino intramontabile del Trofeo Berlusconi

di Michael Crisci |

Non vi è stata mai nel tempo un’amichevole estiva più permeata di prestigio del Trofeo dedicato a Luigi Berlusconi, padre di Silvio. L’idea era quella di “creare un prodotto televisivo accattivante per l’estate”, consegnando come cornice gli spalti di San Siro. Ideata a partire dal 1991, la partita ha quasi sempre visto opposte Milan e Juventus, a parte tre delle prime quattro edizioni, cui hanno partecipato anche Inter e Real Madrid e Bayern Monaco, e due delle ultime, con un altro derby di Milano e una sfida contro il San Lorenzo (alcune sfide si sono giocate in autunno o inverno).

Innumerevoli i fuoriclasse che hanno arricchito le sfide del trofeo Berlusconi dal 1991, dai 3 olandesi, Weah, Shevchenko, Kakà, passando per i grandi campioni bianconeri, da Baggio a Vialli, da Ravanelli a Trezeguet, Zidane, e ovviamente Alex Del Piero, che ne decise uno nel 1999, appena rientrato dal grave infortunio di Udine. Ne ha decisi anche Pippo Inzaghi, capace di segnare nella classica con entrambe le maglie (con due doppiette, nel 1998 e nel 2007). L’ex attaccante piacentino resta il top scorer all time del Trofeo con 7 reti.


Gli Highlights del “Berlusconi” con più spettatori paganti, oltre 76.000. Vinse il Milan in rimonta per 3-1.

Verso la fine degli anni 90 la popolarità del Trofeo Berlusconi travalicò i confini televisivi, issandosi a grande appuntamento da gustare live, con picchi di oltre 70.000 spettatori. Una partita diventata talmente carica di pathos da sembrare quasi un match ufficiale, una Supercoppa Italiana ad honorem (considerando anche che si sfidavano sempre le due squadre dominanti nel calcio italiano). Tutti volevano vincerla, anche se la cabala, spesso citata da Galliani, diceva che il vincitore del Berlusconi avrebbe pagato dazio in campionato.


Il trofeo Berlusconi era spesso esclusiva delle TV a pagamento, a conferma del fascino dell’evento. Qui gli highlights del match del 2004, deciso da Olivera.

Negli anni 2010, con l’aumento degli impegni e il disimpegno progressivo della famiglia Berlusconi, il trofeo ha perso sempre più di fascino e importanza, fino alla sua soppressione nel 2016, quando la Fininvest ha ufficialmente mollato le redini del Milan


La doppietta di Filippo Inzaghi con la maglia della Juve (Highlights Rai Milan-Juve 1-2).

 


La doppietta di Inzaghi, contro la prima Juve di Ranieri, appena promossa in Serie A (Milan-Juve 2-0)

Di recente, con la famiglia Berlusconi proprietaria del Monza, è nata l’idea di ridare vita a quella che stava quasi per diventare un match brand; il Torneo Berlusconi 2021 vedrà affrontarsi Monza e Juventus, questa volta allo stadio Brianteo, e con ingressi contingentati causa Covid. Il fascino non sarà lo stesso, ma riporta alla mente un passato glorioso, intenso, e foriero di spettacolo. E chissà che non sia un antipasto di ciò che potrà avvenire in futuro, magari in Serie A. Ma lì dipende solo dal Monza…

 

 

L’albo d’oro del torneo (Fonte Wikipedia)

 


JUVENTIBUS LIVE