Juve-Roma e quella fake della stella tolto a Boniek

di Giordano Straffellini |

Dal contatto Iuliano-Ronaldo prima di ogni Juve-Inter, ar “go’ de Turone” prima di ogni Juve-Roma.

Sono infiniti i corsi e ricorsi storici che puntualmente vengono riproposti dalla stampa prima di un big match della Juventus. Prima di un Juventus Roma giocato allo Stadium, non può dunque mancare l’intervista anche la vicenda della “Stella tolta a Zibi Boniek”.

Argomento ormai trito e ritrito quella della stella celebrativa (allo Juventus Stadium) dedicata ai più importanti bianconeri della storia che sarebbe stata “scippata” a Boniek dal Presidente Agnelli e, puntuale come le tasse, da più parti arrivano le dichiarazioni del polacco contro il “brutto gesto della società”.

Come si assegnano le stelle allo Stadium

Giova ricordare i parametri su cui la Juventus si è basata per l’assegnazione della stella. Per ottenere il riconoscimento un giocatore della Juventus deve:

  • Aver fatto almeno 150 presenze con la maglia bianconera
  • Essere stato capitano
  • Aver vinto il pallone d’oro

Boniek se pur giocatore importantissimo della Juve 82/85 non soddisfa nessuno di questi requisiti.

Agnelli non toglie ma sospende.

La vecchia dirigenza Juventus aveva inserito nella lista dei 100 papabili anche Boniek pur non rientrando, da regolamento pubblicato, nel novero dei soggetti aventi i requisiti. Il suo nome viene quindi considerato da molti tifosi ”abusivo”. Non per antijuventità o altro. Anche altri grandi campioni bianconeri, trascinatori ed importanti come Boniek, non possono partecipare. Questo errore generò le proteste fondate di alcuni tifosi. Si arrivò a scrivere delle lettere al presidente Andrea Agnelli che, presa la questione seriamente, optò per la sospensione. Non venne tolta la stella a Boniek. Semplicemente si decise di procedere ad una nuova votazione inserendo fra i papabili oltre al polacco altre leggende della storia bianconera.

I tifosi scelgono Davids.

Dunque 49 stelle assegnate ed una rimessa in gioco per così dire. Qui i protagonisti sono i tifosi. Nella votazione per l’assegnazione dell’ultima stella in palio partecipano circa 50.000 persone. Di queste persone l’80% vota Edgard Davids che si aggiudica 40.000 voti, il 12% si sparge fra altri candidati e solo l’8% degli interessati vota Boniek come meritevole della stella, 4.000 su 50000.

Realtà mistificata per attaccare la Juventus

E così da anni prima di un Juventus Roma, schiere di giornalisti intervistano la vittima Boniek che nonostante un passato glorioso in bianconero sarebbe stato depennato dal presidente perché filo-romanista. Ogni anno poi il bello di notte rincara la dose. Alcune sue esternazioni sono memorabili. Quella che riassume il contesto nel migliore dei modi è la seguente:Agnelli mi ha tolto la stella per darla ad un dopato (Davids ndr.)

Caro Zibi, nessuno dimenticherà mai gli anni gloriosi passati in bianconero. Il tuo contributo è stato fondamentale nella Juventus per ottenere ambiti traguardi. Si doveva fare una scelta fra un numero enorme di campioni, meritevoli della stella quanto te. Semplicemente è stata scelta al tuo posto, a furor di popolo, un’altra leggenda bianconera. Attribuire questa scelta ad Andrea Agnelli è fuorviante. Ma probabilmente dire “i tifosi della Juventus mi hanno tolto la stella (assegnata contro il regolamento) per darla a Davids” non farebbe vendere molti giornali….