L’evoluzione di Danilo nel calcio di Pirlo

di Roberto Nizzotti |

Nella notte si sono giocate le qualificazioni sudamericane per il Mondiale 2022 che hanno visto il Brasile di Tite vincere 5-0 vs la Bolivia che, di norma, rappresenta la cenerentola del gruppo.

Tra i protagonisti del Brasile c’è stato Danilo, autore dell’assist per il goal di Marquinos (1-0) e protagonista di un importante inizio di stagione, la sua seconda alla Juve, contagiato anche lui da quell’entusiasmo portato da Andrea Pirlo. 

E’ lo stesso terzino ex Manchester City, in un intervista rilasciata dal ritiro della Seleçao, a dichiarare come stia vivendo un’evoluzione calcistica in quella che ritiene essere una fase determinante della sua carriera, sia a livello di club che di nazionale nella quale è chiamato a portare avanti, per quanto concerne il ruolo di laterale destro, un’eredità pesante lasciata da mostri sacri quali Cafù e Dani Alves.

L’arrivo di Pirlo ha aiutato sicuramente Danilo che del nuovo tecnico juventino ha dichiarato di  apprezzare molto le idee (possesso palla, pressione, qualità e velocità di palleggio) e la cura dei dettagli, aspetti al quale non ha fatto fatica ad abituarsi vista la sua esperienza con il City di Guardiola, e questo dice molto sul lavoro che Mr Pirlo e il suo staff stanno facendo nel quotidiano.

Un Danilo maturo che legge meglio le situazioni, più riflessivo, più attento al concetto di effettuare giocate che aiutino la squadra piuttosto che concentrato solo sul percorrere, come una dinamo, la fascia di competenza.

I numeri di queste prime 2 gare giocate con la Juve (fonte Sofascore) sembrano confermare la maturità di Danilo, elemento importante sia nella fase di costruzione della manovra che nella fase di spinta (suo l’assist per il goal di Cristiano Ronaldo vs la Roma).

Probabilmente, come spesso capita, c’è la cattiva tendenza che porta a valutare, frettolosamente e, obiettivamente, senza la necessaria conoscenza di tutti gli elementi, un giocatore etichettandolo subito come scarso quando invece si dovrebbe aspettare, essere, pur da tifosi, i più obiettivi possibili e valutare tutte le sfaccettature prima di esprimere un giudizio, una preferenza.

La mia convinzione è che Danilo, come altri elementi della rosa, porteranno molti, frettolosi, tifosi a ricredersi. 


JUVENTIBUS LIVE