Eventibus 2019 – Speravamo questo, vogliamo di più

di Giacomo Scutiero |

JvtbLeaks, 11 Gennaio 2019:
I social fanno pensare…Pare ci sia poco coinvolgimento…Chissà come andrà domani…“.

Dubbi e preoccupazioni la notte prima dell’evento. Non c’erano l’attesa e la pretesa di un risultato migliore di quello ottenuto, ma di un prodotto diverso. E così è stato: l’esperienza di Roma non si è ripetuta, Milano è stata la nuova improvvisazione.

Juventibus attacca battaglia, siamo l’offensiva al meccanismo ripetitivo dell’universo. Fondiamo l’inventare e il replicare: lavoriamo per sorprendere, riproduciamo azioni senza pensieri identici. Senza scaletta. Dal rionale al locale, dal mercato al lounge di 1600 metri quadrati. Semi-citando Antonio Conte, ci siamo seduti ad un tavolo con qualche banconota in più; a parte questo, che vale quanto vale l’apparenza, da sottolineare ed applaudire sono la compostezza, l’eleganza, l’organizzazione, l’empatia…Esattamente ciò che auspicavamo.

Un ragazzo del pubblico che fa “Scusa il disturbo, vorrei chiedere un parere su Bentancur ad un esperto” e tutti noi siamo sorpresi-orgogliosi da quanto il sito e tutto il suo staff siano palpabilmente quotati. Noti giornalisti di carta stampata e televisione che non vedono l’ora di presenziare e dialogare, un giovane scrittore che presenta il suo libro proprio in questa occasione, un regista cinematografico che vuole stringere la mano a chi racconta la Juve in modo differente…

Siamo giovani ed è ancora tempo di pronunciare “Quando saremo grandi”; senza paura, però, di andare verso il tempo del “Quando eravamo piccini”. Non perché ci sentiamo prossimi all’obiettivo grosso, ma perché abbiamo realizzato di poter mettere in atto quell’avanzamento che sposta, ricolloca, riposiziona.

Un anno fa vincemmo: fu una “prima” emozionante, in primis per noi, ci conoscemmo nel vero e vergine senso del verbo. Sabato abbiamo vinto nuovamente: sentimenti diversi, ugualmente se non più forti, ma con coscienza, razionalità e cognizione maggiori. Ora è ufficiale: questo gruppo ha carattere oltre che passione.
Grazie a Voi. E grazie a Noi. Grazie a tutti, in particolar modo a chi spende tempo, denaro, sacrificando quel che deve fare“.