Il vero esame d’italiano di Luis Suarez

di Alex Campanelli |

esame

Com’è ormai noto a praticamente tutto il globo, Luis Suarez in questi giorni sosterrà l’esame d’italiano che dovrebbe permettergli di ottenere il passaporto e diventare così a tutti gli effetti un calciatore comunitario, ultimo tassello che manca per il suo trasferimento alla Juventus.

Ebbene, noi di Juventibus, tramite i nostri potenti mezzi, siamo riusciti a scoprire in ESCLUSIVA ASSOLUTA il contenuto dell’esame che Suarez sosterrà in settimana. Dato che non ci è mai piaciuto tenere segreti coi nostri lettori, qui di seguito vi sveleremo nel dettaglio tutte le prove.

Dunque, la prova d’esame per il certificato di livello B1, della durata di 2 ore e 30 minuti, consiste in:

-3 dialoghi con test a scelta multipla;
-3 monologhi con test a scelta multipla;
-1 testo regolativo con test a individuazione d’informazione;
-1 testo regolativo con domande a scelta multipla.

DIALOGHI

1) Fabio Caressa e Davide Camicioli

D1: come rivoluzionerà il mercato il Milan?
a- con delle idee
b- cambiando forsennatamente proprietà senza che sia possibile capire da dove effettivamente vengano i finanziamenti
c- vendendosi a Raiola per trattenere Ibrahimovic e Donnarumma
d- tutte le precedenti

D2: a chi farebbe bene fare un passo oltre Messi?
a- a Messi stesso
b- al Barcellona
c- all’Inter
d- alla stampa sportiva italiana

D3: con chi il Barcellona, eventualmente, sostituirà Messi?
a- Lautaro Martinez
b- Paulo Dybala
c- ce ne sono tanti
d- Martin Braithwaite

2) Maurizio Pistocchi e Massimo Callegari

D1: qual è la correlazione tra gli aggettivi “serio” e “serbo”?
a- nessuna
b- non esiste
c- nessuna che sia divertente
d- ha in ogni caso una connotazione discriminante

D2: cos’è successo a Maurizio Pistocchi dopo aver pronunciato tale frase?
a- è stato squalificato per simulazione
b- è stato licenziato
c- è stato allontanato dal programma
d- niente

3) Fabio Caressa e Giuseppe Bergomi

D1: per quale motivo il tono del commentatore tecnico si fa d’improvviso cupo dopo il gol di Del Piero?
a- si è ricordato di un lutto familiare
b- ha già capito che Eriksen non è quel tipo di giocatore
c- il collega nell’esultare gli ha calpestato un piede
d- ha segnato la Juventus

D2: quale tra queste espressioni trasmette di più il pathos di una scena così drammatica?
a- “calciata sicuramente bene”
b- “ha fatto il passo dall’altra parte”
c- “non la vedeva partire”
d- “toccato leggermente però lui si lascia andare”

D3: che squadra tifa il commentatore tecnico?
a- Juventus
b- Hapoel Beer Sheva
c- Siviglia
d- impossibile da definire, un telecronista è sempre imparziale

MONOLOGHI

1) Livello base – Mauro Suma

D1: quale di questi elementi evoca amore nel monologhista?
a- il terreno di gioco per nulla sconnesso e impraticabile
b- il Cesena
c- il cielo di San Siro
d- Sulley Muntari

D2: cosa provoca il repentino cambio di tono del monologhista a metà video?
a- il presunto annullamento del gol del Cesena
b- la notizia che Ibrahimovic e Thiago Silva partiranno in estate
c- l’amore non corrisposto nei confronti di Mario Beretta
d- tutte le precedenti

D3: è stato poi effettivamente annullato il gol del Cesena?
a- sì, da Moggi
b- sì, da Agnelli
c- probabilmente non è mai esistito
d- la risposta non è contenuta nel video

2) Livello intermedio – Carlo Zampa

D1: l’espressione intraducibile “limortanguerierinoooo” quale sensazione veicola?
a- disperazione
b- tristezza
c- euforia
d- la strana sensazione che provi quando compri un giocatore che era stato scartato dalla Juventus alle visite mediche, questo giocatore sul risultato di 1-0 per la Juve a fine gara si ritrova a tu per tu con il portiere che tu stesso hai venduto alla Juve, il quale para la conclusione del suddetto giocatore.

3) Livello Master – Luigi Delneri

Senza l’ausilio dei sottotitoli, sintetizzare il contenuto di questa conferenza postpartita.

ANALISI DEL TESTO

1) Mario Sconcerti, 10 dicembre 2019

Leggere con attenzione il testo e rispondere in maniera esaustiva, in un testo unico, alle domande aperte che seguono.

“(…) Il problema è Cristiano Ronaldo. Con un Ronaldo normale la Juve perde molto della sua differenza. Anche perché devi far sempre giocare lui e se lui gioca danneggia due volte la squadra. È invecchiato? E’ annoiato? Ha problemi fisici? Non si trova più bene alla Juventus? Non lo so: so solo che questo Ronaldo non fa più la differenza”.

Chi è il problema della Juventus? Per quali motivi? Segnare tutti i gol della propria squadra nella fase finale della Champions degli ultimi 2 anni e metterne a segno 37 in 46 partite significa non fare più la differenza?

2) Michele Criscitiello, 23 marzo 2020

Leggere con attenzione il testo che segue e rispondere alle domande a scelta multipla.

“Atalanta Campione d’Italia. Questo scudetto lo meritano loro. Lo merita la squadra che ha segnato 70 gol in 25 partite (20 più della Juve). Questo scudetto lo meritano loro per il percorso che stavano facendo in Champions League e non finire quella cavalcata sarebbe la più grande ingiustizia del fato e della storia. Lo meritano loro che ce l’hanno già sul petto dei ragazzi Primavera. Lo meritano loro… lo merita la città di Bergamo perché, per una volta, quello scudetto non avrebbe solo la valenza calcistica ma anche sociale, solidale e umana. Bergamo e l’Atalanta Campioni d’Italia”. 

D1: secondo quali criteri dovrebbe essere assegnato lo Scudetto in Serie A?
a- gol fatti
b- percorso in Champions League
c- vittoria nel campionato Primavera
d- tutte le precedenti

D2: quali meriti vengono riconosciuti alla squadra campione d’Italia?
a- sociali
b- solidali
c- umani
d- sicuramente non sportivi

D3: alla fine, chi ha vinto lo Scudetto 2020/21?
a- l’Atalanta
b- l’Inter
c- il Milan
d- il Benevento

 

E voi, quanti punti avete totalizzato?