Er solito complotto, speciale Ooops

di Massimo Zampini |

St’anno nun ce casco più,
ci ho sbattuto troppe vorte,
ogni anno è quello giusto
e poi vanno tutte storte…

Quindi basta co’ le attese,
coi proclami de vittoria:
st’anno sarò misurato,
ho perduto quella boria!

Però a giugno me diverto
a tifa’ per Barcellona,
me commove luisseriche
co’ la dedica alla Roma…

Sì ma devo ricordamme
che me so’ sempre scottato
e quest’anno ho già deciso:
nun m’esarto p’er mercato!

Poi la Juve vende tutti,
tiene solo Paul Pogba,
lo so, devo sta’ tranquillo,
ma comincio a vacilla’…

Daje devo pensa’ ad artro
Su, me devo controlla’,
ma poi ‘r mago Sabbatini
se presenta co’ Salah…

E poi ‘r suo capolavoro,
quella serie de cessioni:
oh, se vende mi cuggino
se fa da’ trenta mijoni!

Io resisto, oddio, ce provo,
ma me pijo ‘na gran sbornia
quanno leggo dell’acquisto
dell’ariete della Bosnia..

Ce ricasco anche stavorta
e me fionno a Fiumicino
co’ tremila artri tifosi
pe’ vedello da vicino…

Me ripetono: stai carmo!
Me lo dice anche mi’ nonna,
e all’esordio ‘n po’ ce riesco,
ma poi ariva la seconna…

30 agosto, Roma-Juve
la domenica perfetta:
prima Pjanic e poi Dzeko,
è partita la vendetta!

Ora basta trattenesse!
Ora basta fa’ lo struzzo!
Quanno vedo salta’ Dzeko
me vie’n mente bomber Pruzzo!

Anzi, mejo, Batistuta!
So’ sicuro, ce scommetto:
questo fa ducento reti
e ce porta allo scudetto.

Poi strombazzo pe’ le strade
ed accendo ‘r mio piccì:
Nainngolan je twitta “ooops!”,
mamma mia, me fa morì!

Al lavoro, la mattina,
radio a palla co’ Marione
e ar collega juventino
scrivo “ooops” su un bel cartone…

Ho dovuto aspetta’ tanto
ma così è ancora più bello:
er collega juventino
st’anno sarà ‘r mio zimbello!

Fine ottobre: Roma prima,
Juve coi punti der Chievo!
“Ooops!” Lo dico tutto ‘r giorno..
Godo, magno, rido e bevo!

Poi ‘n periodo ‘n po’ così,
può succedere a novembre,
ma ‘r problema è che prosegue
pure pe’ tutto dicembre…

Ed in mezzo, per gradire,
n’ bel 6-1 a Barcellona:
Luisseriche questa vorta
nun fa dediche alla Roma…

Nun vincemo ‘na partita
e giocamo pure male:
guarda se pure quest’anno
‘n me rovinano ‘r Natale…

Oh, succede tutti l’anni:
nun appena me rilasso,
noi smettemo de gioca’
e puntuale ecco ‘r sorpasso.

Al lavoro so più mesto
e quanno cacciano Garcia
io me trovo un maxi “Ooops”
proprio sulla scrivania.

E’ er collega juventino,
che già sogna altri scudetti,
ma ora deve fare i conti
col ritorno de Spalletti,

che sta a Roma, no, a Miami,
va beh, è pronto pe allena’:
sai Luciano, te ringrazio
a nome della mia città…

Sai Luciano, te lo dico
io pe’ te presi ‘na cotta
e me chiedo già sognante:
chi sarà ‘r nuovo Perrotta?

Sai Luciano, so’ commosso:
te confesso ch’io alla play
solo quattro-due-tre-uno
co’ Tonetto e co’ Taddei!

Juve-Roma, mo’ m’aspetto
‘r grande calcio de Luciano,
ma partimo ‘n po’ nervosi
soprattutto ‘r capitano,

con un carcio e quarche insurto
va beh ‘n campo può scappa’,
su, nun famo i moralisti,
tutti bravi a giudica’!

Er problema ‘nvece è n’artro:
stamo in undici a copri’,
e Buffon, se lo sapeva,
poteva anche nun veni’;

resistemo co’ le unghie,
poi Florenzi la regala,
Pogba ‘nventa ad occhi chiusi
e prodezza de Dybala.

Amo perso n’artra vorta
e va beh, l’amore è cieco
ma ve prego mo’ levate-
me dar campo questo Dzeko

Scusa Pruzzo, scusa Bati,
quanno vedo questo qua
mo’ me viene da rimpiange
Fabio Junior e Doumbia…

Quanno vedo accanto a lui
quer fantasma de Salah
darei oro per riavere
uno tra Mido e Nonda

Elogiavo Sabbatini
pe’ le sue grandi cessioni,
ma mo’ che ho questa difesa
che ce faccio coi mijoni?

Io all’inizio ci ho provato,
ma poi proprio nun resisto,
sto tranquillo e nun m’esarto
solo fino ar primo acquisto.

E così me godo agosto,
faccio ooops alla seconna
e me scordo anche stavorta
dei consij de mi’ nonna;

me diverto fino a ottobre,
magno, canto e bevo vino,
ma alla fine ride sempre
er collega juventino.