E arrivò l’apocalisse

di Marco Rogerio |

Trasferta a Lecce, manca Ronaldo, finalmente Emre Can titolare, riposano Matuidi, Cuadrado e Khedira.

Sintesi 1° tempo. Berna incespica sul pallone, rigore su Emre non dato, gol di Higuain annullato, miracolo di Gabriel su Dybala, Danilo la passa anziché tirare.
2° tempo. Rigore per la Juve, lo segna Dybala, braccio di de Ligt, segna Mancosu. Palo di Bernardeschi, infortunio per Pjanic e brutta botta per Higuain.
Risultato finale 1-1!

68% possesso, 16 tiri totali, 14 corner, 560 passaggi riusciti, ecc. La più classica delle partite stregate. Un pareggio annunciato. Stavolta però non ci salva Dybala, come contro la Lokomotiv.
Caos social!

Bernardeschi si becca tutti gli insulti possibili e (in)immaginabili. Un capro espiatorio lo si trova sempre. Haters di qua, haters di là. Questo è il suo periodo.
Non viene risparmiato nemmeno Sarri: “Ronaldo doveva andare almeno in panchina, ha sbagliato a non portarlo”. Questo il pensiero comune.
Tifosi apocalittici: “Ora l’Inter ci supererà, tanto vince sicuro con il Parma!”
La temibilissima Inter di Candreva, D’Ambrosio, Asamoah, Vecino, Lukaku…
“Il campionato passa da queste partite, non possiamo permetterci di pareggiare con il Lecce!”
Questa mi è nuova. L’anno scorso proprio alla nona giornata pareggiavamo in casa contro il Genoa, salvo solo all’ultima giornata. Dormita di Bonucci e Benatia, gol di Bessa. Ricordate? Al ritorno abbiamo fatto pure peggio: sconfitta con gol di Sturaro.
Ci sarebbe anche il 3-3 comico contro il Parma, o i pareggi con Spal e Crotone di due anni fa. Abbiamo perso addirittura contro un Parma arrivato ultimo e retrocesso. Aprile 2015.
Dybala da eroe a colpevole in 4 giorni. “Doveva buttarla dentro”.
È vero. Impreciso e bravo Gabriel a deviare quel tiro ravvicinato. Quella di Paulo rimane una buona partita. Capita che il pallone non voglia entrare. Capita anche a Ronaldo, l’ultima volta martedì. O vi siete già dimenticati?

Mentre scrivo, mi è venuta in mente una domanda: ma avete capito per che squadra tifate o pensate sia ancora la Juve dei settimi posti?
Vi ricordate chi ha vinto lo scudetto negli ultimi otto anni o vi siete dimenticati pure come vi chiamate?
Certe gerarchie non le cambi dopo un pareggio a Lecce. Contro una squadra (riposata) che ha dato tutto. Davanti al suo pubblico. Certe gerarchie hanno un perché, e ve lo ha spiegato Agnelli in settimana… cosa è la Juventus! Devo ripetervi tutto il discorso?

Un momento che controllo i risultati. Inter-Parma 2-2. Come immaginavo.

Arrivò l’apocalisse, ma non servì a nulla.


JUVENTIBUS LIVE