Dzeko alla Juve: in arrivo gol di testa e tanto altro

di Valerio Vitali |

Dzeko alla Juve è ormai cosa ben avviata. A partire da domani ogni giorno è quello giusto per le visite mediche. Sull’acquisto del capitano della Bosnia e ormai ex capitano della Roma, abbiamo a lungo analizzato i comportamenti tattici, le posizioni e i movimenti atti ad aprire spazi utili per CR7. All’interno di questo ragionamento pero’ bisogna includere anche il gioco aereo, finalizzato non tanto per fare da perno offensivo, quanto per buttare la palla in rete. Sia in Bundesliga, che in Premier League, così come nel suo trascorso nella Capitale, Edin Dzeko si è sempre dimostrato uno dei primissimi al mondo nei gol di testa.

Ne sappiamo bene qualcosa noi. In Serie A infatti la sua prima rete è stata segnata proprio così. Quel gesto così imperioso a saltare sulle spalle di Chiellini resta nell’immaginario collettivo per far comprendere meglio cosa sia in grado di fare dall’alto dei suoi 193 cm di altezza. Come evidenziano i dati (fonte Transfermarkt) sono tantissimi i gol di testa. Nel quinquennio romano sono ben 19 gol con questa specialità. Diventano addirittura 29 se si considerano le esperienze con Wolsfburg e Manchester City.

Un bottino ampiamente gratificante, che apre uno scenario importante per la Juventus che verrà. Rispetto ai soli 3 gol di testa segnati da Higuain in 3 anni bianconeri, c’è tanta differenza. Il ‘Pipita’ ha infatti mercato il segno con questa specialità solamente contro Bologna (2016-2017), Chievo e Inter (2017-2018).

Con Dzeko alla Juve si puo’ dunque riscoprire una vera e propria arma letale. Un’arma che in bianconero ha saputo utilizzare molto bene un certo David Trezeguet. Con il francese, diverso per caratteristiche tecnico-tattiche, ha in comune la stessa capacità di attaccare lo spazio aereo. Una peculiarità questa, che nei 3 anni di Higuain non si è ad esempio mai vista. Un compito che Mandzukic ha sfruttato molto bene invece al fianco di CR7 (i gol alla Roma, al Milan e all’Inter del croato nella stagione 2018-2019 ne sono la testimonianza) e che è utile ritrovare oggi.


JUVENTIBUS LIVE