Donnarumma Juventus ore decisive, ma Szczesny che fa?

di Giordano Straffellini |

La lunga trattativa fra Juventus e Raiola per l’ingaggio di Donnarumma sembra alle battute finali.

In queste ore l’entourage del giocatore avrebbe trovato l’accordo definitivo con la società bianconera. Il calciatore potrebbe sostenere a Coverciano le visite mediche per la Juventus, cosa che sarebbe molto gradita anche al CT Mancini che auspicava la conclusione delle trattative di mercato per lui e per gli altri partecipanti all’Europeo prima dell’inizio della competizione.

Secondo Franco Ordine, sul canale twitch JB Live, Raiola avrebbe inviato una PEC alla società bianconera, affermando che il suo assistito accetterebbe un ingaggio di 6 milioni di euro a stagione, stessa cifra percepita al Milan. Questa mossa di Raiola avrebbe portato ad un’accelerazione della trattativa. L’addio di Paratici, principale interlocutore di Raiola ha messo fretta all’agente di  Donnarumma spingendolo Raiola a fare la mossa che di fatto potrebbe aver sbloccato definitivamente la trattativa.

Rimane da monitorare la posizione di Szczesny, che gode della massima stima da parte di Allegri e che non ha ancora trovato una sistemazione. Il portiere acquistato dalla Roma per 14 ml di euro nel luglio del 2017 ha un costo residuo a bilancio molto basso, per contro l’ingaggio percepito, 7,5 ml di euro,  è da top club europeo che però in questo momento hanno tutti in casa portieri affidabili rinnovi firmati di recente.

Il valore di Szczesny è sui 25 milioni di euro, cifra che comporterebbe una sicura plusvalenza per la Juventus che girerebbero parte del ricavato per le commissioni a Raiola, accogliendo a parametro zero il 23enne portiere della Nazionale.

Primo test probante quindi per Cherubini ed il nuovo management della Juventus, subito chiamato in causa a dipanare la matassa di una trattativa complicata che però, come Luca Momblano ricorda da giorni, sembra essere fatta al 99,97%.