Il divertente dei romanisti

di Antonello Angelini |

Il divertente dei romanisti è che sono vittime del loro stesso potere mediatico. Un potere assoluto, incontrastato, senza paragoni neanche nel Milan che possiede tre televisioni (oppure no secondo Auricchio). Infatti tra Sky, Rai,  giornali vari sportivi e non, radio, tv locali e Mediaset si respira sempre un’aria di una squadra grandissima e di grandi campioni che ci giocano. Grazie ai giornalisti romanisti che pullulano ovunque. Perché loro non fanno i giornalisti solo per lavoro o passione. Loro hanno voluto e scelto questo mestiere per poter difendere meglio la Roma, vessata ingiustamente da sempre dai poteri del nord ed in particolare quelli bianconeri della Fiat.

Poi però tutto questo cozza contro la realtà dei fatti. La Roma ha vinto tre scudetti nella sua storia ed è sconosciuta in Europa. Ci sono squadre come  Parma,  Sampdoria, Lazio e Fiorentina che hanno nel loro palmares coppe europee. Ma non la Roma: loro sono convinti di essere una grandissima società ed una grandissima squadra,  così come sono convinti che Francesco Totti sia un fuoriclasse a livello di Messi e Maradona. Peccato che fallisca tutte le partite importanti in Italia  in Europa sia con la maglia della Roma che con quella della nazionale (mica e’ da tutti battere il rigore contro l ‘ Australia al 90′ però).

Ha ragione Marione: il romanista è come il bambino a cui tu dai ragione perché tanto non capisce e non può capire. Mamma io sarò un astronauta. Sì Franceschino certo tu farai l’astronauta anzi lo sei già. Io vincerò  lo scudetto!! Sì Franceschino tu vincerai lo scudetto perché sei forte e tifi la  magica.

Se poi però non lo vinci allora la colpa deve essere di qualche cosa di esterno: il vento del nord, la Juve che ruba, il palazzo, il complotto. Tutto questo mette i giocatori nella condizione di essere sempre scusati e giustificati. All’andata nel derby Strootman sputa l’acqua addosso un giocatore della Lazio? Mica vero … è tutto organizzato per fargli saltare la partita importante con la Juventus e allora giornate di squalifica vengono tolte dopo un gran battage mediatico. Ci sono bambini che sono convinti che sia stato Poulsen a sputare a Totti, mica il contrario!

Il gol di Turone era buono di un metro e mezzo questo si racconta.  Invece se era buono lo era di pochissimi centimetri ma probabilmente non lo era nemmeno viste le dichiarazioni di Carlo Sassi che racconta come il taroccamento della moviola portò tutti a credere che l’arbitro avesse annullato un gol buono che buono non era. Questa è una parte di Roma quella romanista..Loro sono sempre quelli buoni , quelli onesti , quelli per bene … vittime di ladri dopati e imbroglioni. ” voi avete regalato i rolex a  designatori ed arbitri almeno questo lo ammettete giusto? “….. Risposta del giallorosso: ” sì ma non c’era nulla di illecito perché li abbiamo messi a bilancio” . È una risposta disarmante …. è la risposta di un bambino. Quindi se io voglio regalare €1000000 ad un arbitro basta che lo metto a bilancio e sto a posto, tutto in regola . Ma questa risposta te la danno anche persone che fanno gli avvocati, i medici,  gli architetti. Sono tutti pronti a sostenere qualunque corbelleria pur di difendere la magica Roma ed il loro Pupone Totti, cavaliere senza macchia,  senza paura e senza difetti.

Strootman prende rigore buttandosi per terra ? Qualcuno mi ha risposto che rigore non fosse , ma nemmeno simulazione perche’ se uno tentasse di darvi pugno in faccia voi potete cadere per evitarlo. Il prefetto Serra anni fa  tentò di minimizzare la brutta abitudine di accoltellare allo stadio, sostenendo che non fossero vere e proprie coltellate ma solo delle  “puncicate”.   In tribunale la Roma è sempre “parte lesa “. Fideiussioni false? Loro non lo sapevano e li hanno truffati. Poveretti. Bambini ingenui.

Vi vogliamo così perché proprio questo ciò che non vi farà mai vincere nulla e non vi renderà mai un avversario vero. Fino a che non diventerete grandi.