#DinDon, la posta di Zampini – Tempo di mercato

di Massimo Zampini |

Benvenuti a #dindon – la posta di Zampini, l’originalissima rubrica di Juventibus in cui Massimo Zampini risponde alle domande dei lettori

 

 

 

Stefano Maffei: Va bene il professionismo (per esempio non mi stupirei se Allegri dopo la Juve andasse all’inter o alla Roma), ma Conte come fa andare ad allenare lì dove fino a ieri lo insultavano e cominceranno a dargli del gobbo di m alla prima partita sbagliata. Solo per i soldi? Possibile che non abbia ricevuto altre offerte?

“Per come abbiamo conosciuto Conte, non è il tipo da prendere decisioni solo per questioni di soldi. E’ uno che vive di stimoli: se andrà all’Inter, sarà per battere la Juve che ha preferito qualcun altro. Nel caso, sarà una stagione stimolante per tutti, ma anche piuttosto faticosa: a quel punto ci vorrebbe Mourinho da noi, magari con ritorno di Spalletti alla Roma con Totti e passaggio di Bakayoko e Kessie alla Lazio”.


Massimiliano Leone: Ciao Massimo due domande:
1- Sai che Guardiola é più vicino di quel che pensano in tanti?
2- le due ex frecce Alex Sandro e Cancelo sono giocatori involuti per “halma halma” style o altro?

  • ho un amico che me ne ha parlato un po’ di volte, non so se lo conoscete.
  • Vado controcorrente: il grande giocatore non regredisce semplicemente per colpa dell’allenatore; la Juve di Champions non sempre ha prodotto tanto, ma Ronaldo, quando contava, ha fatto un gol ogni occasione che gli capitava. Il campione è così. Alex Sandro i primi anni era instancabile; Cancelo a inizio anno era fantastico, a fine stagione talvolta faticava ad azzeccare uno stop o una giocata. Lo stesso vale per Dybala: ok, arretri un po’ per cercare palloni giocabili, senz’altro lo si può sfruttare meglio, ma mi aspetto molto di più, anche come reazione caratteriale. Insomma, ok i problemi con l’allenatore, ma non giustifichiamo sempre i giocatori, soprattutto i più dotati. Ciò detto, io spero restino tutti, soprattutto Cancelo, che a inizio anno mi ha esaltato.

 


Boni Piero Giovanni:  Bella la foto con Ronaldo ma avrei preferito che in mezzo ci fosse quella con le grandi orecchie.

Anche io e lui, pensa che coincidenza.


Alessio Guerrieri: Immagino che Cristiano abbia talmente insistito per fare la foto con te, che pur di non sentirlo l’hai accontentato 

Non ho niente contro di lui, vorrei solo fosse un po’ meno insistente. Gliel’ho detto chiaramente e per questo aveva lo sguardo un po’ abbattuto.


Vincenzo Giuseppe Alessandra:  Che ne pensi della decisione, di Lotito, di retrocedere il Palermo in serie C e salvare la sua Salernitana?

No dai, a questa non rispondere!

Ho visto anche l’assenza di sanzioni per i cori a Kean (non erano abbastanza forti, dovete urlare di più!) o per quelli degli interisti contro i napoletani (non arrivati in tempo, sapete, qui il traffico è un inferno). Sinceramente sono sempre più stupito quando mi accorgo che qualche decisione della Federazione e della Giustizia Sportiva viene presa in modo superficiale o addirittura stravolgendo le regole: non credo fosse mai successo prima.


Carlo Stabile:  Caro Massimo,
È lecito aspettarsi prova tv e squalifica, per il gesto antisportivo di Chiellini che alza il braccio per chiamare un fuorigioco che non c’è?
(Semicit.)

Sei un ingenuo, un puro. Qui comanda tutto la Juve, vedrai che resterà impunito anche questa volta.


Antonio Romano:   Gradirei sapere come mai “juventibus” sta scatenando questa guerra santa contro ALLEGRI

E’ surreale per me rispondere a questa domanda, considerato che ho inventato l’hashtag #allegrimania e sotto ogni mio articolo (e così per i pezzi di Sandro Scarpa e altri) c’è qualche commento in cui mi si dà dell’aziendalista, dell’allegrista, del volere difendere la società, la squadra, l’allenatore. Anche perché, posso avvisarvi di già, io sosterrò allo stesso modo anche il nuovo allenatore, quando ce ne sarà uno nuovo, che sia Stramaccioni o Guardiola.

Allo stesso tempo, ci sono diversi autori che credono che Allegri negli ultimi due anni non abbia sfruttato al meglio la rosa a disposizione: siamo in tanti, non c’è una linea editoriale (tranne il divieto di offesa per chiunque).

Se invece ti riferisci a Momblano e alle sue indiscrezioni, lui ovviamente riferisce le notizie che sa: non è merito suo se prendiamo Ronaldo e non è colpa sua se cambiamo e non cambiamo allenatore.


Andrea Capogna: Come vedi una Juve senza khedira, mandzukic, dybala, costa e pjanic ma con dentro rabiot, Ramsey, ndombele, Brandt, chiesa e Ruben dias?

Interessante, più giovane, non so se più pronta a vincere.


Mauro Antonio Madaro: C’è la tua zampini dietro la paventata esclusione del City dalla prossima UCL?

Per ovvie ragioni non posso parlarne.


Davide Marzelli: Caro Massimo curiosità di mercato: se dovessi cedere un giocatore per fare cassa chi cederesti?

Ovviamente partirei da chi è più in là con gli anni: Khedira e Mandzukic non permettono di fare cassa ma libererebbero due stipendi pesanti. Se invece dobbiamo pensare a chi ha ancora un alto valore di mercato, forse a malincuore Alex Sandro, che ha già un sostituto di qualità (a cui eventualmente dovremmo affiancarne un altro altrettanto valido, certo)


Francesco Ghelli: Ciao Massimo, riusciremo a resistere alla rimonta del Napoli? Si stanno avvicinando

Si vede che non leggi le classifiche del CIES, siamo noi a inseguire.


Alessandro Fistis Festa: Ciao Massimo, un giorno troverò l’amore?

Sì, lo troverai. Ma sappi che lei avrebbe preferito il Napoli.


Luca Dei Rossi: Massimo ma Cruciani è juventino? comunque…un grande

No, però non ama il complottismo e il conformismo, quindi si trova spesso sulle nostre posizioni.


Pippo Ferrara:  Ho 64 anni, tifoso juventino dall’età di 6 anni. Enrique Omar Sivori mi spedi’ una maglietta con biglietto: “al mio piccolo tifoso, E. O. Sivori”. La Juventus mi ha sempre dato gioie e dolori, più le prime che le seconde. Ho sofferto solo per la Coppa dei Campioni, ora Champions. La prima, con la morte nel cuore e poca voglia di ricordarla. La seconda con felicità. Riuscirò, visto che l’età avanza, ad essere ancora felice per la mia vecchia signora? Perché, non li disprezzo, ma gli scudetti non mi bastano più.

Bel messaggio, quasi tutti gli juventini della tua generazione e di quella subito precedente hanno scelto di tifare Juve per Sivori. Per questo metto da parte i miei interessi e voglio essere generoso: ti auguro di vincere presto la Champions.


@MassimodAzeglio

Mi confermi che Rita Guarino resta?

Intanto è un onore parlare con te. Comunque certo che resta, ci mancherebbe!


Simone Mariotti: Ma il rigore del 98 c’era?
E’ passato molto tempo: potresti essere più preciso per farmi capire a quale episodio ti riferisci? Dovrei quantomeno rivederlo per farmi un’idea.


Mattia Miceli: Massimo, se non fossi stato juventino per chi avresti tifato? Lazio? Da buon antiromanista J

 Difficile rispondere: la Lazio non mi è antipatica, certo, ma non so se l’avrei scelta. Magari Ajax, come molti miei amici.