La sottile differenza tra la Juve e il Bayern

di Riceviamo e Pubblichiamo |

La prima finale di Coppa campioni la Juventus l’ha disputata nel 1973, il Bayern nel 1974; noi abbiamo avuto l’Amburgo, loro l’Aston Villa; entrambe hanno vinto e perso finali ai rigori; 9 finali disputate noi (2 vinte, 7 perse), 11 loro (6 vinte e 5 perse) la differenza sottile ma profonda dove si crea? A mio modo di vedere soprattutto in un fattore: loro quando hanno avuto la squadra forte e il ciclo “aureo”, magico, lo hanno sfruttato vincendo 3 Coppe consecutivamente (’74-’75-’76) e negli ultimi 10 anni hanno disputato 4 finali con 2 vittorie e 2 sconfitte, insomma quando c’era da esserci, ci sono stati. Noi no. Noi abbiamo perso il filone d’oro con una squadra fortissima vincendo solo nel ’96, potevamo, dovevamo avere almeno 2 Coppe in più, ma per tanti motivi (molti imputabili a noi stessi) non ci siamo presentati nei momenti decisivi, abbiamo fallito gli appuntamenti con la Storia della Coppa Campioni, questa è la cruda verità. Sia chiaro, non invidio niente a nessuno e non baratterei niente di quello che la Juve ha fatto e vinto, spiace solamente constatare che in quasi 50 anni, dalla prima finale del ’73,  questa costante non ci ha mai abbandonato. Ora comincia l’era-Pirlo, chissà che il buon Andrea, non riesca a invertire questa “maledizione”. Coraggio!!!

di Enzo Pellicciotta