Difesa a 3, si può anche con De Ligt

di Francesco Carini |

Noto per la sua ortodossia in ambito tattico (anche se é stata un tantino mitizzata), uno dei must di Maurizio Sarri é stata la difesa a 4. Ma cosa accadrebbe se arrivasse De Ligt?

Di fronte a una spesa che si aggirerebbe fra i 70 e gli 80 milioni di euro, il difensore olandese verrebbe per restare in pianta stabile nell’11 titolare. Ma a questo punto, uno fra Bonucci e Chiellini potrebbe rischiare. Considerando che il capitano non si tocca (a meno che non sia fuori per infortunio o squalifica), quello che potrebbe fare posto al casse ’99 sarebbe il buon Leonardo. Ma converrebbe cedere a rivali come il PSG uno fra i migliori centrali al mondo? I dubbi restano più che leciti e, dopo il primo addio per accasarsi per un anno al Milan e il difficile rientro a Torino, non é così facile pensare che il viterbese accetti di buon grado (e a ben ragione) un trasferimento dalla città della Mole a quella della Tour Eiffel.

Pertanto, con due giovani riserve di livello come Daniele Rugani e Demiral, oltre ad un utilizzo in caso di necessità di Adrien Rabiot, non sarebbe così folle pensare a una difesa a 3. Per statistiche ed elementi, i bianconeri potenzialmente avrebbero forse il miglior reparto arretrato d’Europa, e ciò potrebbe in parte giustificare la cessione di un terzino adatto al 4-3-3 come Leonardo Spinazzola (permangono dubbi sull’operazione in uscita nonostante la favolosa plusvalenza) e l’acquisto di un grande prospetto del calibro di Luca Pellegrini, le cui doti principali sono per il momento legate alla fase offensiva e che potrebbe crescere ulteriormente alternandosi con un giocatore d’esperienza come Alex Sandro. Inoltre, con un eventuale passaggio ad una difesa a 3, sarebbe così necessaria la cessione di Cancelo? Ok, il portoghese ha commesso degli errori gravi, uno dei quali é costato qualche mese fa il gol del pareggio dell’Ajax nella sfida dell’Amsterdam Arena, ma i numeri, e il suo piede vellutato, non potrebbero essere sfruttati dal maestro Sarri, sull’out esterno, in una linea mediana a 4?

Sembra che il ragazzo sia diventato uno scarto da utilizzare solo per fare cassa, dimenticando colpi da top player quali l’assist per Cristiano Ronaldo, proprio per il momentaneo vantaggio contro i lancieri nel match d’andata dei quarti di Champions. Anche se potrebbe finanziare il ritorno del figliuol prodigo Pogba (ma comunque questo non basterebbe a raggiungere il capitale necessario per l’operazione), un’eventuale cessione al City di Joao rafforzerebbe senza dubbio la compagine di Guardiola, che punterebbe molto sull’ex Valencia. Inoltre, nonostante i buoni rapporti con Mino Raiola (agente anche di De Ligt e Pellegrini), la società più indiziata per l’acquisto dell’ex Polpo bianconero attualmente sarebbe il Real Madrid, che deve accontentare Zinedine Zidane, mettendogli a disposizione una squadra all’altezza delle sue aspettative, considerando la deludente stagione trascorsa e i trionfi degli anni precedenti prima del suo momentaneo addio alle Merengues.

Insomma, il buon Maurizio ha a disposizione una rosa importante e l’eventuale acquisto dell’olandese, più l’arrivo di un centrocampista come Rabiot (campione nella copertura) potrebbe garantire uno spostamento del baricentro in avanti in grado di offrire spettacolo ed entusiasmare i tifosi, attraverso le scorribande di Douglas Costa o l’eleganza di Dybala, (speriamo) messi a nuovo e a servizio di CR7.

Ovviamente quella della difesa a 3 é solo una possibilità, con un mercato che verosimilmente potrebbe riservare ancora dei colpi di scena, con l’innesto di altri calciatori che possono fare la differenza e soprattutto determinare un eventuale cambio in corsa dei moduli utilizzati dall’ex tecnico del Chelsea.


JUVENTIBUS LIVE