Quelli del 5 febbraio

di Giacomo Nannetti |

Il 5 febbraio, per chi non lo sapesse, in Italia è la giornata contro lo spreco alimentare, negli Stati Uniti si ricorda lo sbarco di Apollo 14 sulla Luna, mentre per gli appassionati di calcio è una ricorrenza da mettere in nota per i vari compleanni di alcuni giocatori. In molti sicuramente sapranno che oggi Cristiano Ronaldo spegne 34 candeline. Cristiano Ronaldo dos Santos Aveiro nato nell’isola di Madeira in Portogallo il 5 febbraio del 1985, probabilmente ha fatto drizzare per primo le antenne a tutti gli appassionati di numeri e date sulla “questione 5 febbraio”. Leader tecnico, e non solo, di una corazzata come quella juventina (ultime settimane a parte), CR7 festeggerà il primo compleanno in bianconero da capocannoniere della serie A, con tanti saluti a tutti quelli che… : “Ronaldo!? Non farà mai gli stessi gol che faceva in Spagna, qui in Italia le difese sono più attrezzate…”

Adesso stiliamo una classifica di coloro che condividono il proprio compleanno con un mostro sacro come CR7:

  1.  Torta di compleanno pure per Carlos Alberto Tevez. Il nostro amatissimo ex numero 10, con un anno in più di Cristiano, è ancora nei cuori di moltissimi tifosi juventini per la sua ferocia e lo spirito del “fino alla fine” fissato nel cuore. Avendo giocato sia con Messi che Ronaldo ha voluto ribadire in cosa CR7 non si batte: “Cristiano si fermava sempre in palestra dopo l’allenamento: per lui è un’ossessione, ed essendo il migliore in tutto arriva sempre presto a lavoro”. Dedizione massima!
  2. Assolutamente da non dimenticare il compleanno di Neymar da Silva Santos Júnior: qualche anno in meno rispetto a Ronaldo (ne compirà 27). Emblema della sua grande ammirazione per il portoghese l’esultanza stile CR7 di O’Ney nell’allenamento con il suo Brasile.
  3.  Gheorghe Hagi, oltre alla data di nascita (anno a parte), condivide con il pluripallone d’oro l’aver vestito la “camiseta blanca”. Oltre a ciò anche il “Maradona dei Carpazi”, così soprannominato, è considerato il miglior calciatore di tutti i tempi della propria nazione. Oggi compie 54 anni.
  4. Andrea Masiello, che festeggia il 33esimo compleanno, ha in comune con Ronaldo l’aver indossato la maglia bianconera, seppur in una sola occasione. Dell’ex Real dice: “CR7 era un po’ atteso da tutti, è stata una bella esperienza affrontarlo, è il più forte del mondo”
  5. Adnan Januzaj compie 24 anni. Etichettato da molti come predestinato e come “nuovo Cristiano Ronaldo”, dopo essere passato nella tanto cara Manchester a soli 20 anni, non è ancora riuscito ad imporsi ad alti livelli.
  6. Festeggia anche Stefan De Vrij, attualmente in forza ai rivali nerazzurri, ha punzecchiato il 7 bianconero sostenendo come l’attaccante più forte affrontato fosse Mbappe. Eppure proprio Cristiano segnò il gol nell’1-1 tra l’Olanda dell’ex Lazio e il Portogallo nel 2014.
  7. Spegne 37 candeline Rodrigo Palacio, ex attaccante neroazzurro: lui come Ronaldo a Manchester (e probabilmente anche a Madrid), è rimasto nei cuori dei propri tifosi, venendo sempre accolto da una pioggia di applausi.
  8. Anche Giovanni Van Bronckhorst fa parte degli “eletti” del 5 febbraio. Per lui il ricordo di Ronaldo è amaro, in quanto a soli 19 anni il lusitano interruppe i sogni di gloria degli olandesi nella semifinale di Euro 2004 segnando il momentaneo 1-0.
  9.  Vedran Corluka, 33 anni oggi, può vantare di aver giocato contro Cristiano Ronaldo e di non avergli fatto prendere neanche un pallone di testa. Infatti nella sfida dell’europeo del 2016 tra Portogallo e Croazia, il terzino croato e riuscito a vincere tutti i duelli aerei (4) contro il campione portoghese.
  10.  Giulio Donati, nato anche lui il 5 febbraio, secondo diverse voci, potrebbe tornare in Italia e giocare per la prima volta in serie A dopo aver collezionato presenze in leghe minori ed in Bundesliga. Nel caso in cui tornasse, si troverebbe ad affrontare proprio sulla sua fascia CR7, essendo l’ex Grosseto un terzino destro.
  11. Tra i festeggiati bisogna ricordare Carolina Morace, classe 1964, attuale allenatrice del Milan femminile, è la più forte giocatrice italiana di tutti i tempi, proprio come lo è Ronaldo nel suo Portogallo.

 

Ultimo, ma non meno importante, il grande Cesare Maldini, fuori classifica in quanto non più qui tra noi da quasi 3 anni. nato il 5 febbraio 1932, è stata una leggenda del calcio italiano, proprio come Ronaldo lo è di quello portoghese e non solo.

Si sa che diventare calciatore è un sogno di tutti bambini, ma che soltanto in pochissimi riescono a realizzarlo. Da oggi però c’è “una speranza in più”: concepire il figlio il 5 febbraio. Quindi se siete nati in questo giorno potreste avere doti calcistiche nascoste dentro di voi…

Scherzi a parte auguri a tutti, in particolare al nostro CR7!