De Ligt al Barça, ma chi sono gli altri De Ligt?

di Michael Crisci |

Matthjis De Ligt lo abbiamo sfiorato, in campo ahinoi recentemente, e anche in sede di mercato. Il biondo centrale olandese che si è preso la scena europea, sigillando all’Allianz il passaggio in semifinale nell’Ajax con uno straordinario stacco di testa, ha visitato la Continassa molte volte, con la regia del suo agente Mino Raiola. Paratici se ne è subito innamorato, e ha provato nel corso dei mesi a ammaliare definitivamente il costosissimo (giusto sottolinearlo) golden ball 2019. De Ligt ha scelto la Catalogna, andrà a giocare in Spagna assieme al suo compagno De Jong, per una cifra che sfonda gli 80 milioni. Ma esistono altri De Ligt in giro per l’Europa? Ne proponiamo due

 

DAYOT UPAMECANO

Il primo nome è quello di Dayot Upamecano, giovane centrale francese del Lipsia. Nato il 27 ottobre del 1998, Upamecano è passato dalle giovani del Valenciennes all’universo della Red Bull nel 2015. Prima di raggiungere la Germania, ha soggiornato per un paio di anni a Salisburgo, nelle due squadre della città. In Germania il suo talento è definitivamente esploso. Appartenente alla covata d’oro d’oltralpe, Lilian Thuram come modello, Upamecano è il prototipo del centrale moderno; i 79 kg e i 185 cm di altezza lo rendono un difensore imponente, ma ciò che impressiona di lui è la bravura palla al piede. Abile nell’anticipo, sa impostare e non disdegna incursioni palla al piede, poichè dotato anche di ottimo dribbling. Ricercato da mezza Europa, il prezzo un anno fa si attestava sui 15 milioni di euro, ma oggi il prezzo si è raddoppiato se non triplicato. E il Lipsia è una squadra che non fa sconti.

 

OZAN MUHAMMED KABAK

Giovane classe 2000, scuola Galatasaray, modello Sergio Ramos, Ozan Kabak ha esordito in Champions nello scorso autunno, a 18 anni, nello 0-0 contro lo Schalke 04. Talento precoce, col suo metro e 86 e 86 kg, compensa la mancanza di velocità con un ottimo senso della posizione, è abile nella marcatura e nell’impostazione, grazie anche a un’ottima qualità tecnica, e ciò ne fa il prototipo di centrale moderno ricercato dalla stessa Juve. Pericoloso in proiezione offensiva sui calci piazzati, è dotato di grande personalità, e non è un caso che sia emerso al gran calcio con questa precocità. Passato allo Stoccarda nel gennaio 2019. Fino ad ora si è distinto come centrale destro in una difesa a 4. In Germania si è imposto subito come titolare. Prezzo? sui 15 milioni, quindi potrebbe essere ulteriormente un affare cercare di accaparrarselo subito.

 


JUVENTIBUS LIVE