DAI LETTORI – Il Regalino

di Juventibus |

da Vincenzo Spadola

È estate ed è anche il momento del calciomercato. Molti tifosi sognano che i grandi campioni raggiungano le loro squadre del cuore e nello stesso tempo temono che i gioiellini vadano in squadre con più appeal.
In realtà il calciomercato è aperto tutto l’anno, dovunque si leggono notizie, anticipazioni e scoop. Spesso ci sono tormentoni che durano davvero mesi (come non ricordare Van Persie che doveva venire alla Juve alcuni anni fa e fino a fine agosto era un continuo tira e molla). In questo sito Sandro Scarpa ci racconta quotidianamente i vari scoop, le quotazioni che salgono e scendono, gli ingaggi che non hanno nulla di logico. Squadre che si arroccano e temono di perdere giocatori che magari nessuno ha mai trattato. Squadre che si defilano, squadre che stanno “sfumate” a guardare, altre che vengono beffate ed il West Ham che tratta tutti i giocatori che ci sono in Italia dalla serie A alla C compresa.
Ieri, ascoltando una famosa emittente nazionale, mi sono imbattuto in una notizia data da un altrettanto famoso giornalista Sky. Il giornalista ha detto press’a poco questo “Pogba è sempre nel mirino del Real. Del resto secondo voi Florentino Perez non farà un regalino a Zidane che gli ha portato l’undicesima Champions?” Insomma, Zidane vuole un regalino e Perez entra in un negozio e glielo compra proprio come farebbe un normale neo papà alla moglie dopo la nascita di un figlio. Peccato che questo regalino costerebbe circa 120 milioni di euro (cifra che cambia quotidianamente che nemmeno il petrolio negli anni ’70) e che il negozietto sarebbe la Juventus, non propriamente il pizzicagnolo sotto casa. Poi per carità magari a fine agosto il buon Pogba davvero si veste di bianco, magari ad un prezzo più contenuto, però proprio non me lo immagino Beppe Marotta che, come un gioielliere qualunque, va nella vetrina, prende Pogba bello lucido, lo fa esaminare a Florentino Perez e, mentre quello gli porge la carta di credito, gli chiede “faccio una confezione regalo?”