DAI LETTORI – L’ItalJuve

di Juventibus |

di Nicola Galati

Leggiamo le convocazioni di Conte (doppio ex della Juve) e, al netto delle immancabili e spesso giustificate critiche sugli assenti ed i presenti, un dato salta subito agli occhi: la Juventus è la squadra a fornire il maggior numero di calciatori alla Nazionale italiana, ben 6 (Buffon, Bonucci, Barzagli, Chiellini, Sturaro e Zaza; con l’assenza forzata di Marchisio e Rugani scartato all’ultimo momento). Niente di cui stupirsi, la Juve è la squadra più forte in Itala, con la rosa più competitiva, normale che i suoi calciatori vengano convocati. Ancor di più se si considera che fino a due anni fa questa squadra, e questi giocatori, erano allenati dallo stesso Conte, che in un momento difficile ha bisogno di aggrapparsi a calciatori che giocano a memoria e conoscono le sue idee di calcio (senza dimenticare due ex della Juve di Conte, Giaccherini ed Ogbonna). Ma non si ha nulla di nuovo, la Juve è da sempre la squadra che fornisce il maggior numero di calciatori alla Nazionale italiana e alcune delle Nazionali più belle e/o vincenti (del ‘34, ‘78, ‘82, ‘00, ‘06, ‘12) si fondavano su un rodato blocco Juve. Così come alcuni dei calciatori che hanno fatto la storia della Nazionale nelle competizioni internazionali (Combi, Zoff, Buffon, Cannavaro, Del Piero, Pirlo, Baggio, Schillaci, Rossi, Tardelli, Gentile, Scirea, Anastasi, Orsi) vestivano la maglia bianconera. Ciò che più colpisce, allora, è come la maglia azzurra sia l’unico antidoto all’antijuventinità tanto diffusa in Italia. In quel mese dei Mondiali o degli Europei, quei calciatori che per un’intera stagione raccolgono fischi, insulti, pietre negli stadi di tutta Italia, che vincono solo perché dopati o fortunati o aiutati dall’arbitro, diventano dei campioni, dei beniamini a cui aggrapparsi. Bè, provate a pensare quante vittorie ed emozioni non avreste vissuto senza la Juve ed il contributo che dà al calcio italiano. Non vi chiediamo di ringraziarla ma almeno non dimenticatelo già da settembre. Forza Azzurri!