DAI LETTORI – Il campionato alla rovescia

di Juventibus |

di Cris di Sclafani

Proviamo a capovolgere il corso degli eventi. Facciamo finta che il campionato 2015/16 inizi laddove è  terminato e ripercorriamolo all’indietro; l’effetto e’ molto diverso, il risultato è sorprendente ma, statene certi, il finale e’ sempre tricolore.
Non ci credete?

2016_2015_2

Il campionato 2016/2015 resterà nella mente dei numerosi anti-juventini come uno dei peggiori della storia: dominio bianconero fin dalle prime giornate, titolo di inverno a +6 dalla seconda, vantaggio arrivato a +18 sul Napoli con solo un calo nel finale che ha acceso qualche lumicino di speranza poi subito spentosi; le inseguitrici hanno dovuto, come al solito, accontentarsi della classifica avulsa per battersi per il secondo posto.

Dopo il derby di ritorno c’è stato un vistoso calo iniziato col KO di Sassuolo, è vero, ma il vantaggio era tale da non far preoccupare tecnico, squadra e tifosi.

Le avversarie si sono come sempre sciolte come neve al sole. La Roma di Spalletti è partita forte ma è stata presto raggiunta e spinta all’indietro proprio nello scontro diretto al termine del girone di andata; la sconfitta è costata il posto a Spalletti e Garcia non è riuscito a mantenere neanche il secondo posto nonostante una effimera vittoria al suon di “oooopppps” nella penultima giornata.

Il Napoli ha fatto di tutto per recuperare terreno, la vittoria nel finale di campionato ha fatto aumentare i rimpianti per il gol di Zaza nel finale del match di andata ma come sempre la vittoria è stata la medaglia di argento.

Per quel che riguarda l’Inter, che dire? Dopo un girone di andata mediocre ha inanellato una serie di vittorie per 1-0 che l’hanno avvicinata al solito obiettivo del terzo posto, ovviamente mancato. Tale piazzamento per loro significa vittoria, pare che una volta sia anche andata così, ma si sa: non sempre la storia va al contrario.